di Simone Dell’Uomo

MAROTTA SCATENATO L’Inter batte un colpo. Un altro. Victor Moses. Un colpetto, secondo i più. Un colpone, secondo invece chi scrive. Perchè rappresenta il quinto a destra perfetto per Antonio Conte, tecnico che l’ha saputo valorizzare di più, cavallo di razza fondamentale per la vittoria del titolo in Premier 2016/17.

Sarà l’alternativa a Candreva. Il ragazzo è già sbarcato ieri a Milano, ha sostenuto tutte le visite mediche di rito e già conosciuto i suoi nuovi compagni ad Appiano Gentile. Immediatamente raggiunto l’accordo tra Inter e Chelsea. Rescisso all’istante il prestito col Fenerbahce, accontentata la volontà del ragazzo, troppo grande la sua voglia di Antonio, troppo forte la volontà di tornare alle luci della ribalta. Già, perchè aveva perso mercato e finito in Turchia: adesso la possibilità di tornare ai vecchi fasti.
ERIKSEN Non solo Young e Moses però, alternative perfette a Spinazzola. L’Inter continua a lavorare per Giroud (Marotta cercherà di risparmiare fino alla fine, in alternativa pronto Llorente). Ma soprattutto, fari puntati su Eriksen, settimana potenzialmente decisiva: l’Inter ha alzato l’offerta a 12.5 milioni più bonus, ancora non colmata la distanza col Tottenham che continua a chiederne 20 per liberarlo adesso. Il calciatore, secondo le fonti, ieri ha incontrato per l’ennesima volta il presidente del Tottenham, Daniel Levy: vuole andar via, volontà ribadita, troppo forte il desiderio di proverà una nuova esperienza. La trattativa entra nel vivo, ma attenzione, come sempre detto il presidente degli Spurs è un osso duro: vuole quella cifra, anche a costo di perderlo a zero. Ormai è chiaro che il ragazzo per andarsene subito vanta un accordo con l’Inter (7.5 milioni netti a stagione), da capire se lo manterrà anche a giugno se il trasferimento a gennaio sfumasse. L’Inter vuole bruciare la concorrenza, anche perchè servono colpi grossi e rinforzi adesso, per restare attaccati alla Juve fino alla fine e continuare a coltivare quel sogno chiamato Scudetto.
In uscita dall’Inter c’è ancora Matteo Politano. Saltato lo scambio con Spinazzola, la Roma è ripartita all’attacco ma i rapporti tra le società sono ormai quelli che sono. La notizia della notte resta il forte inserimento del Napoli, pronto a garantire un prestito oneroso con diritto di riscatto in grado di trasformarsi in obbligo al verificarsi di terminati requisiti, come presenze o gol, per una cifra di un totale di 25 milioni. Resta adesso da comprendere la volontà del ragazzo, che ormai aveva toccato con mano la Roma, colei che l’ha cresciuto e lanciato nel calcio che conta: per lui un sogno infranto, quello di tornare a casa. Accetterà pure il Napoli? Prossime ore decisive. Roma che complice l’infortunio di Zaniolo cerca un altro esterno destro, un’altra ala in grado di rientrare e convergere col sinistro: se sfumasse definitivamente Politano, pronto l’assalto a Suso, ma il Milan non sembra interessato a privarsene solo in prestito. In alternativa pronto Januzaj, su ui c’è però da registrare altresì l’interesse proprio dei rossoneri. Da escludere la candidatura di Shaqiri, che resterà a Liverpool almeno fino a fine stagione.
MILAN SU OLMO Milan che nel frattempo continua a tessere i contatti con la Dinamo Zagabria per il trequartista spagnolo Dani Olmo. A trattare in prima persona Boban: il Milan cerca condizioni vantaggiose, qualora non si dovessero verificare è importante chiudere per l’estate, almeno per giugno. Milan che venerdì sarà protagonista a Brescia, Brescia pronto a liberarsi di Matri, chiuso da Balotelli, Donnarumma e Torregrossa: sull’ex Juve pronto il Pescara, probabile nuova avventura in B per chiudere dignitosamente un’ottima carriera.
COLPI SALVEZZA Colpo a sorpresa del Lecce che chiude per Saponara: fallimentare l’avventura al Grifone per l’ex trequartista doriano, pronto dunque a ripartire dal Salento. Colpo in entrata invece per la Samp: si tratta di un gradito ritorno, Ferrero ormai ai dettagli col Napoli per riportare a Marassi il centrale Tonelli. Il Genoa si consola con Masiello: addio all’Atalanta, dopo tanti anni.  Attivissima la Spal: si cerca l’accordo definitivo col Torino per Iago Falque, anche il calciatore deve mostrare gradimento alla destinazione, tutto sembra fatto invece per il ritorno di Kevin Bonifazi. Il patron Colombarini tuona: “O entrambi o nessuno”, ma ci siamo. Trattative purtroppo tremendamente legate per accordi tra società. Attivo anche il Parma, al lavoro per il rinnovo di un elemento fin troppo sottovalutato, ma sempre più chiave per D’Aversa: Scozzarella.