Cristiano Ronaldo è tornato alla Continassa dopo oltre due mesi. Per il fuoriclasse della Juventus test medici e primo allenamento sotto lo sguardo di Sarri

Non è un ritorno qualsiasi. Cristiano Ronaldo, dopo 72 giorni, torna a varcare i cancelli della Continassa. CR7 questa mattina si è presentato al centro sportivo della Juventus e riprendere contatto con il campo dopo i due mesi trascorsi nella sua Madeira, prima del rientro a Torino e le due settimane di isolamento fiduciario. Quarantena terminata lunedì, con il fuoriclasse portoghese che oggi si è sottoposto agli screening e a tutti i controlli del caso presso il J-Medical. Terminate le visite, Ronaldo ha indossato gli scarpini per sostenere una seduta d’allenamento individuale sotto lo sguardo di Maurizio Sarri.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, dribbling al coronavirus | Incubo finito per Dybala

Juventus, torna Ronaldo: visite e allenamento alla Continassa

Juve
Cristiano Ronado (Marchisciano/One+Nine Images)

Corsa, esercizi atletici e con la palla per l’ex Real Madrid, che scalpita per il ritorno alle competizioni in attesa di una decisione definitiva del Governo e degli organi preposti. Ronaldo, oltre a Sarri, ha incrociato anche alcuni compagni di squadra allo JTC. Il cinque volte Pallone d’Oro, dopo circa tre ore, ha lasciato la struttura bianconera con la sua Jeep indossando la divisa d’allenamento. CR7 (che aveva lasciato l’Italia all’indomani del match contro l’Inter) è il primo degli stranieri che hanno trascorso il lockdown all’estero a tornare ad allenarsi alla Continassa, precedendo de Ligt e Szczesny che saranno domani in campo e via via tutti gli altri per terminare con Rabiot e Higuain, gli ultimi a rientrare a Torino la scorsa settimana. Dopo il lavoro individuale dei giorni scorsi, a partire da ieri Sarri ha diviso la squadra in piccoli gruppetti per delle esercitazioni tecnico-tattiche nel pieno rispetto delle disposizioni sul distanziamento tra i giocatori.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, assist Mertens a Sarri | Milik insidia Icardi