ph Marchisciano / One+Nine Images
Torino 17–02-2017 – Juventus vs Palermo Serie A 2016-2017
Nella foto: gonzalo higuain

Gonzalo Higuain vince finalmente lo scudetto! Il Pipita alza due coppe in 3 giorni, grazie alla recentissima vittoria della Coppa Italia. Il bomber argentino è arrivato in estate per trovare la gloria, per vincere con la Juventus! Sarà contento ora, ma non appagato. Tanto meno la Signora, ne siam certi. La fame di vittorie è un fattore inesauribile in casa Juve, e l’ormai prossima Finale di Champions League vedrà proprio i bianconeri contro il Real Madrid…

Ma torniamo al Pipita ed alla “fame” di vittorie: Gonzalo Higuain arriva a Torino in un clima surreale. Ricordiamo tutti il clamore e le feroci discussioni sul passaggio dal Napoli alla Juventus, i botta e risposta con Sarri e De Laurentiis, le tante voci su di un attaccante considerato logoro e sulla soglia dell’obesità. Non scordiamoci poi di quella schiera, probabilmente più anti-juventina che tifosa di una propria squadra, che vedendo il Pipita segnare prima 10, poi 15 e poi oltre i 20 gol, si dilettava nella “chiacchiera da bar” giudicando quelle reti di poco valore, mai decisive nei momenti importanti. Per tanti altri ancora, non avrebbe mai potuto avvicinarsi ai 36 gol della passata stagione: ne conta oggi ben 32, con ancora due partite da disputare. Gonzalo ha dimostrato ancora una volta, qualora ce ne fosse un vero bisogno, il suo reale valore dentro e fuori dal campo. Potrebbero essere scontate le sue gesta sportive e suoi tanti gol, ma le parole d’affetto e la benevolenza che pubblico e compagni gli dedicano sono la testimonianza che il Pipita è grande anche fuori dal campo.

La missione è in parte compiuta: Higuain è giunto alla Juventus per vincere, per entrare nella storia! Eccolo servito. Stiamo parlando di un 6° scudetto consecutivo, non proprio un qualcosa che verrà dimenticato in fretta…

La missione però continua: è inutile negarlo, la Juventus non si accontenta mai. La voglia di alzare quella coppa dalle grandi orecchie è ormai palpabile in quel di Torino. Il popolo bianconero freme in attesa della finale del 3 giugno, chissà che non possa essere proprio Gonzalo a farlo urlare di gioia…

Marco Ludovico