Archiviata la pratica Sassuolo, la partita con il Porto si avvicina sempre di più, ma cerchiamo di analizzare il percorso che la Juventus dovrà compiere prima di arrivare al fatidico appuntamento del 22 febbraio.

Prima di questo importante match saranno 4 le partite che la Juve dovrà disputare.

JUVENTUS-INTER: il 5 febbraio sarà Derby D’Italia allo Juventus Stadium e l’Inter, che all’andata a San Siro aveva portato a casa i 3 punti con il 2-1 firmato Perisic, non ha intenzione di stare a guardare. Arriva infatti da un filotto di 7 vittorie consecutive e in Europa, tanto per capirci, solo il Bayern Monaco sta facendo altrettanto, 2-1 al Wender Brema e settimo successo di fila in Bundesliga.
Dopo il 3-0 col Pescara, il cui destino sembra ormai segnato, Pioli si presenterà di fronte alla squadra bianconera con 9 punti in meno, ma con una partita in più.
La Juventus d’altro canto, vuole continuare la striscia di vittorie consecutive nel proprio stadio, perciò assisteremo sicuramente a una partita molto combattuta.

CROTONE-JUVENTUS: l’8 febbraio si giocherà in terra calabrese il recupero della 18esima giornata di campionato, slittato a causa dell’impegno che la Juventus aveva dovuto sostenere il 23 dicembre a Doha, nella Supercoppa Italiana contro il Milan.
I rossoblù, alla loro prima stagione in serie A, si ritrovano al terzultimo posto in classifica con 13 punti, arrivati grazie a 3 vittorie e 4 pareggi.
La partita sembra essere già scritta in partenza anche se l’attaccante Diego Falcinelli andrà marcato con molta attenzione, vista la tripletta rifilata all’Empoli in questa giornata. Allo stadio Ezio Scida probabilmente vedremo un tifo colorato in gran parte di bianconero, siccome in Calabria sono molti i tifosi di fede juventina.

CAGLIARI-JUVENTUS: il 12 febbraio vedrà la Juventus in trasferta a Cagliari.
Dopo il Crotone sarà un’altra neo-promossa ad affrontare il club Torinese.
La squadra di Massimo Rastelli si trova ora a metà classifica con 27 punti conquistati anche grazie alla splendida stagione di Marco Borriello (21 presenze e 10 gol segnati), di cui ricorderete la breve esperienza in bianconero, ma soprattutto il gol dell’1-0 contro il Cesena del 25 aprile del 2012; gol che aveva permesso alla Juve di Conte di mantenere il prezioso distacco di 3 punti dal Milan, a poche partite dalla fine del campionato.
La partita, tutt’altro che facile, dovrà essere affrontata con lucidità, perchè il Cagliari ha più volte dimostrato di dare del filo da torcere anche a squadre importanti ( vittoria al Meazza contro l’Inter per 2-1).

JUVENTUS-PALERMO: l’ultimo match prima della Champions sarà giocato il 17 febbraio in casa contro il Palermo di Diego Lopez, giunto in seguito alle dimissioni di Eugenio Corini.
Come ogni anno Zamparini non si smentisce e con l’ultimo arrivato il conteggio dei commissari tecnici sale a 4 per questa stagione.
Una situazione difficile quella della squadra siciliana che per questo motivo non riesce a trovare un equilibrio sul campo e i risultati si vedono: 19esimo posto in Serie A con 11 punti, la stagione si potrebbe dire ormai compomessa e le contestazioni contro il presidente si fanno sempre più accese.

Ricapitolando, il percorso della Juventus una volta superata l’Inter non sembra essere particolarmente impegnativo, ma sarà necessario per Max Allegri del turn-over per arrivare al Match dell’Etadio do Dragão in buona condizione e le insidie nel calcio, si sa, sono sempre dietro l’angolo.
Il Porto attualmente secondo in classifica è in un buon momento di forma e dopo il 2-1 rifilato all’Estoril Praia sono 3 le vittorie consecutive ottenute.
L’ultima sconfitta in campionato risale al 28 agosto contro lo Sporting Lisbona, dunque la squadra di Nuno Espirito Santo non si tirerà indietro; non dimentichiamoci infatti che proprio loro avevano eliminato la Roma nei preliminari per un complessivo di 4-1.