JUVE FERMATA DA MASSA
(di Massimiliano Fantasia)
LE PAGELLE

La juve pareggia a Genova e si porta ad una sola lunghezza dall Inter impegnato domenica sul campo della Lazio.Proteste bianconere per un rosso non dato a Malinovsky e la mancata concessione di un penalty per un mani evidente di Bani su cui l arbitro soprassedere senza interpellare il Var,ma sembra inutile attaccarsi agli episodi la squadra commette il solito errore di arretrare il baricentro ma stavolta dietro qualche cosa non funziona e i bianconeri subiscono la rimonta.Male Vlahovic                                             PAGELLE:

SZCZNSY voto 6 incolpevole sul goal del Genoa .,prova a mettere una pezza dove può per evitare un risultato peggiore bene o male gli riesce sebbene è parso meno sicuro di altre volte
GATTI voto 5 dietro è più pericoloso che davanti, nel senso che qualcosa concede anche questa volta. Solo che Gudmundsson non perdona.
BREMER voti5,5 se la rete degli avversari arriva per vie centrali, la responsabilità non può che essere anche o soprattutto sua. Sfiora soltanto il gol della vittoria, la tocca di ginocchio ma Martinez trova lo scatto di reni della stagione.
DANILO voto 6 non riesce a trasmettere la dovuta tranquillità ai compagni di reparto quando c’era solo da controllare la situazione.
CAMBIASO voto 6,5 ex di turno, è forse il più positivo della Juve, sicuramente è il più propositivo (43′ st YILDIZ  sv).
McKENNIE voto 6  corre e rincorre, non trova il bandolo della matassa.Ha il merito di restare in partita e di essere l ultimo ad arrendersi anche quando non ne ha più
LOCATELLI voto 6 al piccolo trotto, senza Rabiot dovrebbe prendersi più responsabilità ma non ci riesce.
MIRETTI voto 5 ritrova il campo dopo tre partite trascorse interamente in panchina, l’infortunio di Rabiot si trasforma in opportunità che non riesce a cogliere                                        28′ st IlING JUNIOR voto 6 l’emergenza gli permette di giocare uno spezzone delicato, però da mezzala. Non è ancora a suo agio in questa posizione, si vede.Il piede c è anche se non riesce a sfondare.
KOSTIC voto 5,5  finisce per perdere i riferimenti senza Rabiot al suo fianco, non incide e non rappresenta un reale ostacolo ai dirimpettai              23′ st WEAH voto 6 torna dopo l’infortunio, è stato fuori più tempo del previsto e ora gli servirà un po’ per ritrovare ritmo.
VLAHOVIC voto 5 fa a sportellate, ma finisce più per prenderle che per darle. E non segna, non supporta, incide solo con quel pallone rubato che Chiesa trasforma nel rigore del vantaggio                                      23 st MILIK voto 6 subito ammonito, cuce però il gioco meglio di Vlahovic. Anche se pure lui non riesce a farsi sentire in area di rigore.
CHIESA voto 6,5 si procura e trasforma un calcio di rigore, non ne calciava uno dalla stagione 2019/2020. Poi però si perde quando pure la Juve perde le misure, bella ripresa prova qualche affondo ma si perde tra le maglie rosso blu.Il ritorno al gol è quindi più acre che dolce.
ALLENATORE MASSIMILIANO ALLEGRI  voto 5 perdi uno, perdi l’altro, scopre che di Rabiot proprio non può fare a meno anche se forse lo sapeva già. La Juve va in vantaggio e poi si perde, senza alternative in panchina non riesce a cambiare la partita ma forse per provarci alle volte bisognerebbe avere coraggio cosa che Allegri ogni volta dimostra di non avere.