JUVE IN SEMIFINALE DI EUROPA LEAGUE                                                (di Massimiliano Fantasia).
Una semifinale conquistata con i denti, a Lisbona è stata una partita intensa con la Juventus che ha rischiato il tracollo in più di un occasione, la squadra non ha mai smesso di crederci adesso testa al  Siviglia che ha recuperato due reti al Manchester Utd confermando di avere un certo feeling con l’ Europa League che dal 2015 ha vinto tre volte. Andiamo come di consueto ad analizzare quella che è stata la partita dei singoli…..   SZCZESNY voto 6. Torna dal primo minuto, segno che anche psicologicamente ha superato la brutta esperienza patita proprio in occasione della gara di andata, bravo sebbene non sia stato particolarmente impegnato, e fortunato come solitamente sono i grandi: una garanzia. CUADRADO voto 6,5 ha lottato cercando di limitare i pericoli dalla sua fascia, ha provato a sfondare ma non sempre è riuscito nel suo intento, giocatore su cui si può fare affidamento. BREMER voto 6, 5 il migliore nella retroguardia  fino a che ha retto il fiato è stato un muro insuperabile ripulendo la sua zona con autorità, poi Allegri deve aver pensato al pericolo giallo. (26 GATTI voto 6) entra subito in partita, oggi è stato costretto a limitare le sue avanzate ma dietro ha fatto la sua parte eccome. DANILO voto 6 inizia a perdere in brillantezza, come testimoniano alcuni interventi rischiosi conseguenti talvolta dalla scelta di un tempo sbagliato o di una posizione saltata: forse è stato spremuto troppo ma questa squadra non può farne a meno.                                          ALEX SANDRO voto 5 in difficoltà come altre volte era già accaduto specie quando chiamato a fare il terzino. CHIESA voto 5,5 non riesce ad innescare potenza, velocità ben controllato. (52  KOSTIC s..v) aveva bisogno di rifiatare e Allegri lo risparmia finché può in campo poi non incide da ritrovare assolutamente. LOCATELLI voto 6,5 da tutto quello che ha dentro, chiude rilancia è sempre in soccorso dei compagni ha prolungato il contratto da poco malgrado le sirene che arrivavano data estero , si chiama attaccamento alla maglia. RABIOT voto 6,5 segna il momentaneo vantaggio ,procura il rigore del pareggio, lotta su ogni pallone difende si inserisce si fa sempre trovare quando un compagno è in difficoltà, è molto cresciuto la sua migliore stagione. MIRETTI voto 5,5 troppo leggero, forse una stagione in prestito a giocare con continuità non potrebbe che fargli bene.  (26 POGBA voto 6) ha giocato uno spezzone di partita vera, ha messo in campo tutta la sua esperienza e a questa Juve serve anche quella ma ancora lontano dal vero Pogba.               DI MARIA voto 6 Almeno ci prova ed è stato l unico del tridente, preso di mira dai portoghesi con falli subiti e non visti dall’arbitro. Male assistito VLAHOVIC voto 4,5 un giocatore completamente inutile, un dubbio ci pervade, che la colpa non sia tanto della pubalgia? A volte certi limiti tecnici appaiono imbarazzanti, certi errori non si vedono più neanche nelle serie minori.  (26 MILIK 6) Non è il giocatore che era prima dell’ infortunio ma almeno riesce a dialogare con i compagni            MASSIMILIANO ALLEGRI 6,5 Condivisibili complessivamente le sue scelte poi è ovvio: bisogna sempre fare i conti con gli avversari.  Stasera oltretutto ha indovinato non solo i cambi ma anche la tempistica tenendo la squadra sul pezzo. Da domani si tornerà a pensare al campionato., Juventus che riparte dai 59 punti che sono i punti che la squadra ha totalizzato dopo che gli sono stati restituiti i 15 mancanti e domenica sera arriva il Napoli.