ph Marchisciano / One+Nine Images
Torino 19–08-2017 – Juventus vs Cagliari 2017-2018
Nella foto: paulo dybala

La Juventus di Allegri comincia finalmente a scaldare i motori, da qualche tempo le critiche e le difficoltà cominciano a venir meno, così come i troppi gol subiti di inizio stagione (sono 5 ad oggi le partite consecutive in cui i bianconeri non subiscono gol). I rientri degli infortunati, gli inserimenti dei neo-acquisti ed un’identità di squadra che cresce di pari passo con le condizioni fisiche dei calciatori sono oggi sotto gli occhi di tutti, persino di coloro che comunque non vedono di buon occhio l’operato di mister Allegri. Persino il tanto bersagliato Higuain, che qualche mese fa era definito un “chiattone”, è tornato a segnare valanghe di reti e ad aiutare la squadra lungo tutti i 90 minuti. Cosa davvero manca a questa Juventus è chiaro a tutti: l’uomo in grado di portare estro e fantasia, numeri da giocoleria e sciabolate “sotto il sette”, in grado di indossare la storica e pesante maglia numero 10 bianconera: Paulo Dybala, la Joya. Già, la gioia. Non sarà proprio questa a mancare al giovane fuoriclasse argentino? Si parla in queste ore della sua vita privata, dell’ingaggio cresciuto di colpo e troppo in fretta, si cerca insomma una spiegazione a questo lungo periodo di, a dirla tutta, nessuna “joya”. Per rendere questa Juve davvero inarrestabile non si potrà prescindere dal ritorno del numero 10 in tutto il suo splendore. È dunque questo l’obiettivo primario di casa bianconera da centrare entro gennaio, il pieno recupero psico-fisico di Paulo. Dybala la Signora ti attende, solo non farla aspettare…

Marco Ludovico