Triplete

Quello di ieri per ogni appassionato di calcio è stato sicuramente uno dei match più assurdi e emozionanti di sempre, indipendentemente dalla fede, perché sono queste partite che ti fanno capire quanto sia bello questo sport. I francesi partivano dal 4-0 dell’andata e non dovevano fare altro che difendere il parziale. Sembrava tutto fatto quando Cavani verso la metà del secondo tempo decide di inventarsi uno dei suo gol e porta i parigini a un passo dalla qualificazione. Poi il Psg ha due occasioni clamorose per chiudere definitivamente il match, prima con Cavani e poi con Di Maria, entrambe cestinate. Si arriva cosi al 88′, sempre sul risultato di 3-1. Punizione per il Barcellona, Neymar tenta la conclusione disperata e la palla compie una parabola fantastica, finisce proprio sotto l’incrocio, quasi a dire :” hey, guardate che noi non siamo ancora morti”. Si entra così nel recupero, 5 minuti per fare 2 gol, sembra impossibile per tutti ma non per gli alieni del Barcellona. Il novantesimo si apre con un rigore guadagnato da Suarez e trasformato da Neymar e gli ultimi 4 minuti sono un monologo blaugrana, un vero e proprio assedio che conclude al meglio Sergi Roberto, grazie a un assist al bacio di Neymar, al minuto 95.54 con una rete che entrerà nella storia. Il tabellone luminoso dice 6-1, ciò che succede allo stadio è assurdo, tifosi catalani che in 7 minuti passano dalle lacrime di dolore a quelle di gioia, tifosi parigini distrutti, giocatori del Barcellona increduli dell’impresa che hanno appena compiuto.  Tornando alla dimensione Juve, in ottica sorteggi è vero che per il popolo bianconero sarebbe stato meglio il passaggio del turno del Paris Saint Germain ma penso che ogni bianconero che ama questo sport pagherebbe oro per rivedere una partita del genere. Ieri 8/03/2017 si è fatta storia del calcio.

Flavio Dell’Erba