Torino 2016 11 19 Juventus vs Pescara serie A TIM 2016-2017
Giuliano Marchisciano/One+Nine
nella foto: juan cuadrado

Ha parlato ai microfoni di Francesco Cosatti, inviato di SkySport, Juan Cuadrado, esprimendosi sugli episodi dei rigori contro il Napoli, sugli obiettivi della Juventus e sui prossimi incontri che attendono la “Vecchia Signora”. Eccone un estratto qui di seguito:

“Tutti siamo importanti per la squadra e dobbiamo essere sempre a disposizione, sia che si giochi sia che non si giochi, per dare il 100% per la squadra. La partita contro il Napoli? Secondo me non è stato solo il mio ingresso, ma la voglia di fare risultato e di ribaltare la partita. È stato decisivo il contributo di tutti che è la cosa più importante. Il rigore causato da Reina? Potevo andare un po’ più avanti, ma ho sentito che mi ha travolto e non potevo fare più nulla, ma sono cose che succedono nel calcio. L’importante è che abbiamo fatto una buona partita e magari meritavamo ancora di più, perché abbiamo giocato meglio e penso che questa sia la cosa più importate. A Udine ho fatto una buona esperienza, perché è stata la prima squadra che mi ha fatto fare il salto dalla Colombia all’Europa. Mi ha fatto adattare alla parte tattica e non mi ha fatto crescere frettolosamente, è stata una bella esperienza. Ho giocato pochissimo, però sempre si impara qualcosa da quei momenti. Sappiamo che l’Udinese è una grande squadra e sicuramente loro vorranno fare risultato anche per come sono messi in classifica. Sicuramente sarà complicato, come sempre.  Noi dobbiamo andare là con la stessa grinta e determinazione di voler fare risultato.  Sono tutte partite importantissime per noi. Dobbiamo cercare di vincerle tutte e dobbiamo cercare di stare più lontano possibile da quelli che ci inseguono. Al di là dei moduli, come ho detto sempre, quello che conta è la fame che metti, è la determinazione, la grinta di volersi sacrificare e di voler correre e fare risultato. Questa è la cosa più importante“. 

Marco Ludovico.