È stato un derby caratterizzato da tante, troppe cose, che con il campo c’entrano ben poco. Al Filadelfia i tifosi del Torino hanno messo in mostra, ancora una volta, quanto “odio” possono provare nei confronti della Juventus. Peccato che di fronte ci fossero dei ragazzi di 18 anni che si sono subiti, insulti, sputi e cori molto pesanti, a partire dal primo secondo di riscaldamento.

Episodi bruttissimi che vedono protagoniste persone che, forse, non si sono rese conto che quei ragazzi in campo, avrebbero potuto essere loro figli.

Sbagliano però anche i giocatori della Juventus perché, niente può giustificare un dito medio alzato verso il cuore del tifo granata, come invece ha fatto Fernandes al gol del vantaggio bianconero.

Si, perché alla fine la Juventus, come sempre, ha risposto sul campo e lo ha fatto nel modo migliore possibile. Olivieri incanta con le sue giocate e Jakupovic finalizza come meglio non si poteva fare: 7 giorni dopo, infatti, è ancora il neoacquisto a regalare 3 punti pesantissimi alla Vecchia Signora.

I playoff rimangono lì, ad un passo. La Juventus conquista la seconda vittoria consecutiva e lo fa nella stra cittadina, dimostrando di avere anche una grande forza mentale e reagendo con grinta e rabbia ad un clima che, soprattutto per un campionato primavera, è del tutto inaccettabile.