di Riccardo Magozzi

Ottavi di finale di Champions League, finalmente si riparte, l’attesa è finita. I bianconeri si rituffano alla caccia della Coppa delle grandi orecchie: sorteggio tutt’altro che maligno, poteva andare molto peggio, ma vietati cali di concentrazione, soprattutto con la Juve balbettante vista tra gennaio e febbraio. Sarri che affronterà il Lione e insieme alla squadra francese anche una sua vecchia conoscenza, quel Rudi Garcia che sulla panchina della Roma diede filo da torcere ai bianconeri soprattutto nel 2013-14 e all’inizio della stagione successiva. La squadra di Sarri, superiore per talento e uomini a disposizione, cercherà di mandare la qualificazione in discesa nella gara al Groupama Stadium. Sarà Jesus Gil Manzano a dirigere la partita.

COME VEDERE LA PARTITA
La gara verrà trasmessa dall’emittente satellitare Sky, che manderà in onda l’evento su Sky Sport Uno (canale 201 del satellite e canali 472 e 482 del digitale terrestre).

I PRECEDENTI
Questa sarà la quinta sfida tra le due squadre, sempre negli ultimi sei anni. La Juventus ha vinto le prime quattro partite, centrando due successi per 1-0 in Francia. Le squadre si sono affrontate per la prima volta ai quarti di UEFA Europa League 2013/14. Allo Stade de Gerland, Leonardo Bonucci decise l’incontro con un gol a 5′ dalla fine. A Torino fu Andrea Pirlo a portare in vantaggio i bianconeri al 4′; nonostante il pareggio di Jimmy Briand al 18′, l’autorete di Samuel Umtiti a metà del secondo tempo ha poi fatto attendere la qualificazione bianconera.

QUI LIONE
Prima notizia importante per il Lione è la mancanza di Depay, infortunatosi appena dopo la conclusione della fase a gironi. Dunque a comporre il tridente dovrebbero essere Bertrand Traoré e Cornet come esterni e Moussa Dembélé come punta centrale, anche se sicuramente giocatori come Terrier e Ekambi possono giocarsi una maglia. Da valutare la difesa, dove Tete dovrebbe tornare titolare a destra; in mezzo invece Denayer si prepara a prendere il posto di Marcelo e affiancare Joachim Andersen, in porta andrà ovviamente il portoghese Anthony Lopes.

PROBABILE FORMAZIONE(3-4-3): Lopes; Denayer, Marcelo, Marçal; Dubois, Tousart, Aouar, Cornet; Toko Ekambi, Dembélé, Terrier.

QUI JUVE
Sarri sembra avere migliorato il gioco della sua squadra spostando Cuadrado in avanti nel ruolo di attaccante esterno, rinunciando al trequartista e schierando il 4-3-3 con Ramsey da interno dove è sembrato più in palla contro la Spal segnando un gran bel gol. In difesa è stato molto importante il rientro di Chiellini, che pur non essendo al meglio potrebbe anche avere un ruolo in questa partita. Il reparto dove sta messa al momento meglio la Juventus è l’attacco. Cristiano Ronaldo ha segnato per 11 partite consecutive in Serie A ed è in gran forma come Dybala, apparso brillante nelle ultime uscite.

CONVOCATI:
PORTIERI: Sczesny, Pinsoglio, Buffon.
DIFENSORI: De Sciglio, Chiellini, De Ligt, Alex Sandro, Danilo, Bonucci, Rugani.
CENTROCAMPISTI : Pjanic, Khedira, Ramsey, Matuidi, Rabiot, Bentancur.
ATTACCANTI: Ronaldo, Dybala, Douglas Costa, Cuadrado, Higuain, Bernardeschi.

PROBABILE FORMAZIONE
Juventus (4-3-3): Szczęsny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Ramsey, Pjanić, Bentancur; Cuadrado, Cristiano Ronaldo, Dybala.

Riccardo Magozzi