Gigi Simoni ex allenatore interista di fine anni novanta , da sempre ” poco simpatizzante ” juventino , concede un intervista a tutto Juve dove si esprime sul valore della squadra , finale di Cardiff e mosse future .

Ecco i passi più significativi :

FINALE DI CARDIFF

“Non ha bisogno rialzarsi, la Juve viene da sei scudetti di fila e due finali di Champions giocate negli ultimi tre anni. E’ la più forte d’Italia e una delle migliori in Europa, difficile che le rivali siano alla sua altezza in campionato. Mi sembrava impossibile, dalle partite viste, che la Juve non riuscisse a vincere, ero andato a vedere diverse volte il Real e non mi aveva mai convinto del tutto. Lo avevo confidato alle persone vicine per quanto ne fossi sicuro. E invece sono stato smentito. I bianconeri avevano sempre giocato bene quest’anno, ma non hanno avuto un gran rendimento a Cardiff. I tifosi possono dire quello che vogliono in maniera sincera. Secondo me, la Juventus è una squadra fortissima e questo lo dico nonostante abbiamo avuto dei rapporti difficili quando ero all’Inter. Ho guardato gli ultimi campionati e affermo con tranquillità questo, i bianconeri hanno dei giocatori eccellenti”.

ALEX SANDRO ? 

“Alex Sandro rimane alla Juventus, almeno ho letto questo. E’ uno dei più forti giocatori del campionato, per i bianconeri è una certezza. Questa notizia di una sua cessione mi sembra una notizia sparata un po’ così”.

COSA MANCA ALLA JUVE DA RICERCARE SUL MERCATO ?

“Secondo me, la Juve non avrebbe bisogno di niente perchè ha tutto per essere competitiva. Schick? Mi piace molto, mi sembra un giocatore di classe di primo livello poichè è validissimo tecnicamente, segna con continuità ed è un ottimo prospetto”.

COSTA O BERNARDESCHI?

“Douglas Costa non lo conosco e quindi non posso esprimere un giudizio, Bernardeschi sì ed è un ottimo giocatore. Non gode di una continuità eccezionale, ma è un campioncino e l’età è dalla sua. Bisogna aspettarsi dei miglioramenti, l’ho visto giocare l’altra sera in Under 21 e ha fatto un gran gol d’esterno. Investirei la cifra che chiede la Fiorentina, ma non faccio io il mercato “.