Allegri

In casa Juve, è arrivata l’ora X, per conoscere il futuro della Juventus o perlomeno quello della guida tecnica del club bianconero. Nella giornata di oggi il Presidente Andrea Agnelli, si incontrerà col tecnico Massimiliano Allegri per discutere del futuro e provare a capire se esistono i presupposti per andare avanti insieme dopo 5 anni di successi. Luciano Moggi: “Sono convinto che resterà alla Juventus a meno che la società non lo accontenti. Allegri ha intenzione di restare in bianconero, ma ha voglia di continuare a vincere”.

In casa Juve, è arrivata l’ora X, per conoscere il futuro della Juventus o perlomeno quello della guida tecnica del club bianconero.Allegri

Per Allegri è arrivata l’ora X

Nella giornata di oggi il Presidente Andrea Agnelli, si incontrerà col tecnico Massimiliano Allegri per discutere del futuro e provare a capire se esistono i presupposti per andare avanti insieme dopo 5 anni di successi.

Leggendo qua e là sui media se ne evince che vi siano parecchi pareri discordanti. Ad esempio la Gazzetta dello Sport è ottimista in merito alla permanenza di Allegri alla Juventus. Anche l’ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi è positivo: “Sono convinto che resterà alla Juventus a meno che la società non lo accontenti. Allegri ha intenzione di restare in bianconero, ma ha voglia di continuare a vincere. Non credo che la cosa principale sia lo stipendio. Allegri vuole una squadra più forte“. La Stampa scrive che: “Andrea Agnelli, negli ultimi giorni, avrebbe maturato l’idea di proseguire con Massimiliano Allegri anche per mancanza di valide alternative“.

La Repubblica dalle sue colonne, parla di “addio”. Secondo il quotidiano romano “La Juventus sarebbe pronta alla rivoluzione ed il fatto che il PSG abbia alzato la sua offerta contrattuale ad Allegri (15 milioni all’anno per 3 stagioni), è indicazione dello stato attuale della situazione.

Sulle probabili alternative? Oltre a Didier Deschamps, i sogni proibiti portano a Pep Guardiola, Jurgen Klopp e Mauricio Pochettino col primo preferito agli altri due, potrebbe rivedere la sua posizione al Manchester City nel caso in cui dovesse essere confermata l’esclusione dalla prossima Champions League.

La permanenza resta legata al rinnovo. Oltre a progettualità e mercato, uno dei temi del confronto fra Andrea Agnelli e Massimiliano Allegri, sarebbe quello legato al contratto del tecnico. Se le parti concorderanno di proseguire insieme, sarà affrontato anche l’argomento contrattuale con Allegri che attualmente è legato alla Juve da un vincolo fino al 2020 a 7,5 milioni a stagione. L’idea di iniziare una nuova stagione con l’allenatore in scadenza non piace a nessuno.

Ph. Giuliano Marchisciano / One + Nine Images