ALLEGRI: «INTER? CI VUOLE ANCORA MAGGIOR COMPATTEZZA PER VINCERE»

Questo articolo è stato letto 90 volte

Domani sera (ore 20.30), va in scena a Torino il Derby d’Italia numero 198 in Serie A, tra Juventus e Inter. Una sfida stellare. Nella vigilia della gara, Massimiliano Allegri, incontra i media nella sala stampa dell’Allianz Stadium.

Un Friday Night da brividi. Domani sera (ore 20.30), va in scena a Torino il Derby d’Italia numero 198 in Serie A, tra Juventus e Inter. Una sfida stellare. Nella vigilia della gara, Massimiliano Allegri, incontra i media nella sala stampa dell’Allianz Stadium.

Il tecnico bianconero esordisce così parlando della gara: «La partita con l’Inter si prepara da sola. E’ come una grande sfida di Champions League. Domani sera, sarà il Derby D’Italia. Indipendentemente dalla classifica s,arà una serata affascinante e magica. Sarà un test tecnico e mentale importante, contro una squadra che è cresciuta tanto. Ricordatevi che, insieme al Napoli, è la nostra rivale scudetto. Il rumore dei nemici? Non mi interessa. Noi dobbiamo proseguire il nostro percorso. Questo è uno scontro diretto e la strada è ancora lunga. Per noi è molto più importante la partita di mercoledì con lo Young Boys, perchè ci giochiamo il primo posto in Champions. Domani con l’Inter invece ci giochiamo solo una partita».

Sulla squadra che scenderà in campo allo Stadium, dice: «Non so ancora se giocheranno Cancelo a sinistra e De Sciglio a destra. Per nostra fortuna, sono intercambiabili e possono fare bene in entrambe le posizioni. Un vantaggio da non sottovalutare. Emre Can. E’ tra i convocati. Sta bene e ha lo spirito giusto, ma soprattutto ha recuperato dall’infortunio. Non escludo che possa giocare anche uno scampolo di partita. Bentancur. Bentancur ha un problema alla schiena. In base all’allenamento di oggi pomeriggio, vedrò come sta. Da qui organizzerò il centrocampo. Dobbiamo trovare una compattezza migliore di quella che abbiamo avuto fino ad ora».

I nostri avversari?: «L’Inter, è una squadra che gioca con tecnica, velocità. Inoltre, ha un finalizzatore straordinario come Icardi. Devo fare i complimenti a Spalletti per ciò che sta facendo a Milano, dopo Roma e San Pietroburgo».

Ph. Giuliano Marchisciano One + Nine Images

Questo articolo è stato letto 90 volte

Condividi questo articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Paolo Rachetto

Paolo Rachetto. Giornalista. Direttore Responsabile Notizie Piemonte

Copyright © 2017 SignoraMiaCalcioNews.com - PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY