Allegri
Dalla sala stampa dell’Allianz Stadium, Allegri incontra i giornalisti alla vigilia di Roma – Juventus. Con il Presidente Agnelli, ci incontreremo in settimana e parleremo a 360°. Con lui, ho un ottimo rapporto di stima reciproca e onestà, così come con gli altri componenti della società, con Fabio Paratici e Pavel Nedved. La mia volontà è di rimanere per nuovi record ed obiettivi. Domani ci sarà una bella partita con la Roma. Dobbiamo giocarla al meglio.

Dopo la conquista dello scudetto, l’ottavo di fila per la Juve da oltre tre settimane, si sta vivendo un’altra vigilia di campionato, Roma – Juventus, classico del calcio italiano in programma domani sera (ore 20.30), all’Olimpico nel posticipo serale della 36^ giornata.Allegri Juve

La vigilia di Roma – Juventus e di Allegri

Argomento cardine della conferenza stampa le voci dei media su un possibile addio alla panchina della Vecchia Signora. A questo proposito il tecnico bianconero à molto chiaro: “Ripeto. La mia volontà è di rimanere per nuovi record ed obiettivi. Parlare ora della chiacchierata che faremo io e il Presidente non ha senso in questo momento. Abbiamo ancora tre gare da giocare. Con il Presidente Agnelli, ci incontreremo in settimana e parleremo a 360°. Con lui, ho un ottimo rapporto di stima reciproca e onestà, così come con gli altri componenti della società, con Fabio Paratici e Pavel Nedved. La forza della società è fondamentale per i successi della Juve. La squadra in questo momento è miscelata bene. Dovremo solo capire quali siano le situazioni tattiche da migliorare. Nei miei 5 anni sono rimasti solo in 2: Bonucci e Chiellini. Barzagli lascerà il calcio giocato a fine stagione“.

Parlando di calcio giocato, il tecnico bianconero, parla della sfida con la Roma: “Domani ci sarà una bella partita con la Roma. Dobbiamo giocarla al meglio perchè poi avremo la festa in casa con l’Atalanta. Sarà una festa serale, bella da vedere per chi a casa e allo stadio. Per la sfida con i giallorossi, abbiamo recuperato Alex Sandro, Bentancur, Dybala e Emre Can. Questo è molto importante per noi. Dybala: domani dovrebbe giocare dall’inizio. Dobbiamo stare attenti alla squadra di Ranieri. Sa essere pericolosa e letale“.

Ph. Giuliano Marchisciano / One + Nine Images