(AREKEM MARCO VENDITTI)

Attesa fino al termine del mondiale per il mercato Juve. Pochi ritocchi per la sessione invernale ma si prende in esame un famoso ritorno fino giugno? Vedremo!

 Tra i portieri rimane l’interesse per il giovane Marco Carnesecchi ma non solo per lui. Di giovani ce ne sono e almeno altri due nomi sono caldi. Le prestazioni di Szczęsny in questo mondiale ancora mettono in sicurezza il polacco tra i pali della Juve ma si pensa al suo successore. Perin non sarà il suo successore, si pensa anche all’anagrafica come nuova mentalità della società.

Difesa da valutare. Il mondiale è un test un po’ per tutti e su Alex Sandro in grande spolvero ( anche le ultime gare prima del mondiale hanno evidenziato un ritorno alle origini) potrebbero far pensare ad un prolungamento. La situazione rimane da valutare al suo rientro fino alla fine del torneo.

Stessa considerazione per tutti tranne per McKennie; che indipendentemente da valutazioni di campo la sua partenza verso Londra appare più consistente.

 Il centrocampo futuro prevede una preferenza per Fagioli che dalle ultime prestazione appare seriamente una garanzia e un acquisto in casa a costo 0. Stesso dicasi per Miretti che anche se in quest’ultimo periodo pre mondiale ha alternato prestazioni buone ma non cosi negative: rimane un punto su cui ripartire.

I rientri di Di Maria e specialmente di Paredes sono i punti più delicati per il centrocampo.

Di Maria lascerà a giugno e non rinnoverà. Dunque speranze che il fideo possa rimanere sono praticamente nulle. C’è da sperare che il post mondiale non incida sulle sue prestazioni. Più complessa la situazione legata a Paredes. Il giocatore ex PSG non convince e la Juve, seppur Allegri lo abbia scelto in qualità di trequartista puro, se non offrirà garanzie di continuità potrebbe lasciare la Juve senza rammarico per nessuno. Nodo importante è quello di Pogba il quale reduce da un intervento riabilitativo ( attualmente in fase di ripresa atletica con tanto di preparatori al seguito negli USA ) se non dovesse garantire continuità fino al termine della stagione potrebbe, con ogni probabilità, lasciare la Continassa.

Forte la possibilità di un reinserimento nel progetto attuale di Rovella.

La nostra redazione è da più di un anno su SMS, siamo stati i primi a parlare di questa possibilità. Il giocatore è ai ferri corti con la Lazio, il suo contratto in scadenza 2024 e la decisione di rimanere in Italia con direzione Torino è un fatto più che solido. 50 ml sui 70 di Lotito e nessuna contropartita di giovani( richiesta di Lotito con preferenza per Fagioli respinta però dalla Juve). Dunque o liquidità e condizioni dettate dalla Juve con la volontà del giocatore che vuole il bianconero, a seguire l’insistenza del suo procuratore a far cambiare aria al proprio assistito, elementi questi che metterebbero la Juve in una situazione di assoluto vantaggio.

Le bocche di fuoco in avanti contano solo su Milik e Kean (quest’ultimo in ripresa ma da valutare da qui al termine della stagione, poi partirà se non si perderà per strada). La Juve, in attesa di Vlahovic ( che non lascerà assolutamente la Juve anche per sua scelta ) sta pensando ad un’alternativa di comodo. Cherubini sta vedendo di portare a Torino un “Matri” della situazione, insomma una opportunità efficiente ma a costi contenuti. Voci che darebbero un Cristiano Ronaldo “pentito” ma specialmente con pretese assolutamente ridimensionate potrebbero stuzzicare la Juve ma l’operazione rimarrà solo una possibilità che la società torinese, dopo il divorzio della scorsa stagione, non prenderà in considerazione e dunque rimarrà solo una voce e nient’altro…almeno per ora.

Allegri dunque dovrà ripartire da dove lascio’ il 13 novembre. La Juve vista nelle sei gare a filotto ha convinto i vertici e gran parte dei tifosi. Vediamo il dopo mondiale, quello a cui assisteremo dal 4 gennaio sarà un’altro campionato e tutto potrà accadere.

#Signoramiacalcionews