Con il posticipo che ha visto scendere in campo la Juventus al Mapei Stadium di Reggio Emilia contro il Sassuolo, si è concluso ieri sera la 34esima giornata di Serie A. La vittoria dei bianconeri per 2-1, ha dato forse uno strappo decisivo all’ultimo posto disponibile per la Champions. I bianconeri infatti con i tre punti conquistati ieri, hanno portato a 8 e 10 i punti di vantaggio sulle inseguitrici, Roma e Fiorentina.

Giornata che si è aperta sabato alle 15.00 con due anticipi: a Torino i granata hanno avuto la meglio per 2-1 sullo Spezia grazie alla doppietta di Lukic, mentre l’Atalanta ha ritrovato la vittoria in laguna contro il Venezia per 3-1. Alle 18.00 a San Siro, big match tra l’Inter e la Roma dell’ex José Mourinho. Il tecnico portoghese ha dovuto lasciare il passo ai nerazzurri che hanno dominato al di la del 3-1 finale, con una Roma molto rinunciataria,  che sembrava quasi pronta al ruolo di vittima sacrificale.

Alle 20.45 è andato in scena l’ultimo anticipo del sabato, tra Verona e Sampdoria conclusasi in parità per 1-1, pareggio che lascia i blucerchiati in acque pericolose e sabato ci sarà il derby della Lanterna.

Nel match delle 12.30, allo Stadio Arechi, la Salernitana infila la terza vittoria di fila, vittima questa volta è la Fiorentina (2-1 il finale), e lascia accesa la speranza per la squadra di Nicola si raggiungere una salvezza che, fino a qualche settimana fa sembrava utopistica. Alle 15.00 invece si sono disputati due incontri: Bologna Udinese, finita in parità 2-2 in una partita che non aveva molto da dire viste le posizioni di classifica delle due squadre. Ad Empoli invece è andata in onda la tragedia sportiva del Napoli; con i partenopei avanti 2-0 a 10 minuti dalla fne, succede l’inimmaginabile: i toscani segnano tre reti nello spazio di 7 minuti, creando uno psicodramma in casa Napoli. Alla fine il punteggio sarà 3-2 e fine dei sogni scudetti per la squadra di Spalletti. Alle 18.00 a Marassi il Genoa supera di misura (1-0) il Cagliari e riapre la lotta per non retroceder inguaiando i sardi. Alle 20.45 all’Olimpico di Roma, il Milan ha ragione della Lazio nel recupero (2-1), e mantiene ancora la testa della classifica in attesa del recupero dell’Inter domani in quel di Bologna che deciderà chi sarà in testa alla classifica. Ultimo incontro del turno, è stato ieri sera Sassuolo Juventus di cui abbiamo già parlato all’inizio.

Ecco dunque di seguito i risultati della giornata:

Torino-Spezia                   2-1 Lukic (T) al 4°(rig) e al 69°, Manaj (S) al 90+7° (rig)

Venezia-Atalanta             1-3 Pasalic (A) al 44°, Zapata (A) al 47°, Muriel (A) al 63°, Crnigoj (V) al 80°

Inter-Roma                       3-1 Dumfries (I) al 30°, Brozovic (I) al 40°, Martinez (I) al 52°, Mkhitaryan (R) al 85°

Verona-Sampdoria          1-1 Caputo (S) al 44°, Caprari (V) al 78°

Salernitana-Fiorentina   2-1 Djuric (S) al 9°, Saponara (F) al 64°, Bonazzoli (S) al 79°

Bologna-Udinese             2-2 Hickey (B) al 6°, Udogie (U) al 25°, Success (U) al 46°, Sansone (B) al 59°

Empoli-Napoli                 3-2 Mertens (N) al 44°, Insigne (N) al 53°, Henderson (E) al 80°, Pinamonti (E) al 83° e 87°

Genoa-Cagliari                 1-0 Badelj (G) al 89°

Lazio-Milan                       1-2 Immobile (L) al 4°, Giroud (M) al 50°, Tonali (M) al 90+2°

Sassuolo-Juventus           1-2 Raspadori (S) al 38°, Dybala (J) al 45°, Kean (J) al 88°

La classifica alla luce dei risultati è la seguente:

Milan 74, Inter 72, Napoli 67, Juventus 66, Roma 58, Fiorentina e Lazio 56, Atalanta 54, Verona 49, Sassuolo 46, Torino 43, Udinese 40, Bologna 39, Empoli 37, Spezia 33, Sampdoria 30, Cagliari 28, Salernitana e Genoa 25, Venezia 22.

Il prossimo turno, il quart’ultimo, vedrà il Milan ricevere la Fiorentina, mentre l’Inter dopo il recupero di domani a Bologna, si recherà ad Udine, sapendo già se sarà capolista o ancora inseguitrice. Il Napoli riceverà il Sassuolo cercando di difendere il terzo posto dal ritorno della Juventus distante un solo punto, che riceverà in casa il fanalino di coda Venezia.

Dunque appuntamento alla prossima settimana quando sapremo, dopo il recupero, chi sarà in testa alla classifica, con la consueta rubrica, “La finestra sul campionato”.