(Emanuele Tonini)
Abbiamo ancora negli occhi le immagini della sfida di San Siro contro l’Inter,  che subito ce le dobbiamo lasciare alle spalle per tuffarci nel turno infrasettimanale che vedrà la Juventus di scena all’Allianz Stadium alle ore 18.30 contro il Sassuolo allenato da Mister Dionisi.
La partita in sé per sé, non rappresenta certo un ostacolo insormontabile,  anzi se dovessimo basarci sul blasone delle due squadre,  vinceremmo per manifesta superiorità,  però ahinoi in campo ci vanno i giocatori e non il blasone e quindi si partirà dallo 0-0. I bookmakers danno ovviamente favorita la squadra di Mister Allegri, la vittoria della Juve oscilla tra quota 1,40 e 1,50, quindi stracciatissima,il pareggio invece varia tra 4,20 e 4,75, mentre la vittoria dei neroverdi è data tra i 6 e i 6,50. Quindi anche per agenzie di scommesse l’uno fisso è pressoché scontato. Però noi non ci fidiamo del Sassuolo che è squadra tosta, che fa un buon calcio e più di una volta ci ha messo in difficoltà.  Basti pensare al 28 Ottobre 2015 quando la Juve si presentò al Mapei Stadium dopo un inizio di stagione tutt’altro che esaltante,  un po come questo, quindi ci sono delle analogie con il passato, e venne sconfitta per 1-0 grazie ad una punizione di Sansone. Adesso logicamente facciamo i dovuti scongiuri perché ciò non abbia a ripetersi,  però ricordiamo che da lì in poi la Juve inanello’ una serie impressionante di vittorie, 16 su 17, recuperando posizioni su posizioni e conquistando a fine stagione lo scudetto. Domani la Juve cerca la vittoria dopo il pareggio contro l’Inter per poter riprendere a correre verso posizioni più consone, però il Sassuolo darà sicuramente battaglia e non scenderà sul terreno di gioco per fare la parte della vittima sacrificale,  quindi chi scenderà in campo, dovrà giocare in modo tale da non avere cali di concentrazione che certe partite possono riservare, e soprattutto vincere in maniera convincente,  cercando per una volta di mettere da parte horto muso. La formazione di domani dovrebbe essere il consueto 442, si dovrebbe rivedere Dybala dal primo minuto al fianco di Morata, DeLigt dovrebbe dare il cambio a Chiellini e Chiesa sulla fascia al posto di Bernardeschi,  uscito con la spalla malconcia da San Siro, per il resto dovrebbe essere confermato il resto della squadra che ha giocato domenica sera. Oltre a Bernardeschi dovrebbe essere ancora assente Kean per affaticamento muscolare, mentre sono da valutare le condizionidi Rabiot da poco negativizzato al covid. Il Sassuolo invece dovrebbe presentare Scamacca al centro dell’attacco, Raspadori dovrebbe essere a supporto dietro le punte,  Boga dovrebbe rientrare, così come Toljan in vantaggio su Multer x un posto sulla fascia. Locatelli domani per la prima volta si troverà di fronte la sua ex squadra che lo ha lanciato nel grande calcio e in orbita Juve, altro ex che ha militato in entrambe le squadre è Simone Zaza,  neroverde tra il 2013 e  il 2015, e bianconero per una sola stagione,  2015-2016, dove tra l’altro segnò il gol che diede la vittoria contro il Napoli e il conseguente sorpasso in classifica,  sorpasso che permise ai bianconeri di andare a conquistare lo scudetto. Ultima considerazione riguarda la conduzione della gara affidata al signor Sacchi della sezione di Macerata.
Quindi adesso non resta che aspettare il fischio d’inizio mercoledì alle 18.30 e andare a  prenderci i tre punti e come sempre #FINOALLAFINEFORZAJUVENTUS.