(Massimiliano Fantasia)
QUANTI INTRECCI SOTTO IL VESUVIO             
Napoli Juventus non è mai stata una partita normale, la rivalità è antica ma malgrado certi dissapori sono tanti i calciatori che hanno indossato entrambe le maglie, andiamo a scoprirne qualcuno. Il primo della lista che mi viene in mente è CAMILLO FENILI, oggi si direbbe attaccante di movimento, aveva un fisico possente faceva un gran lavoro e a guadagnarne era indubbiamente il suo compagno di reparto. Alla Juventus gioca due campionati, dal 1925 al 1927 per altro in un reparto offensivo come dire abbastanza trafficato, trova ugualmente il suo spazio e in seguito lascerà la Juventus per un progetto che lo vedesse un po’ più centrale.. il ritorno nella stagione 1930/31 dopo aver giocato tre stagioni con la maglia del Napoli e sebbene Carlo Carcano non lo amasse più di tanto. ANTONIO VOJAK centravanti che ha legato il suo nome a queste due maglie, in campo non si risparmiava mai, è stato un giocatore anche  piuttosto elegante per quegli anni, aveva un ottima visione della porta e tenendo poi conto della pesantezza del pallone, siamo negli anni 20 , è stato capace di realizzare reti anche molto belle sono 46 quelle con la maglia della Juventus, pensate che si giocava decisa molto meno rispetto ad oggi , e siamo tra il 1925  e il 1929 quando si trasferì sotto il Vesuvio, dando tutto ciò che aveva fino al 1935. ..qui ebbe modo di giocare con il fratello più piccolo, parliamo di OLIVIERO VOJAK che per caratteristiche era un giocatore completamente diverso, lui amava giocare più al centro del gioco, era molto più tecnico e in molti erano pronti a scommettere avesse tutto per fare anche meglio del fratello Antonio che in quegli anni era quello che si direbbe un uomo copertina. Alla Juventus dal 1927 al 1931 è appunto molto giovane e fatica a trovare spazio così viene prestato al Napoli per tutto il campionato 1931/32.. morirà per una polmonite nel mese di dicembre. MARCELLO MIHAILIC altro protagonista di quegli anni che non possiamo tralasciare: alla Juventus dal 1929 al 1932 transiterà al Napoli nel campionato 1933/34. Andando avanti, parliamo quindi degli anni 40 troviamo tutte figure importanti a cominciare da UMBERTO MENTI a cui è stato dedicato lo stadio nella sua Vicenza, mediano anche abbastanza elegante dopo gli inizi in bianco e rosso arriva alla Juventus nel periodo periodo per così dire della ricostruzione..44 presenze tra il 1935 e il 1937..Al Napoli approda nel 1941 per restarci fino al 1947. RIZA LUSTHA albanese uno degli attaccanti più prolifici di quegli anni, in bianconero dal 1940 al 1945,quindi una stagione al Napoli nel 1945/46 in patria è tuttora considerato uno dei più grandi giocatori albanesi di tutti i tempi a lui sono intitolati svariati premi centri sportivi e addirittura uno stadio.. FELICE PLACIDO  BOREL per tutti semplicemente farfallino é stato uno dei più forti attaccanti della storia della Juventus come sentenziano i numeri, attaccante moderno sebbene abbia vissuto in un epoca così lontana .alla Juventus ha scritto la storia purtroppo non si può dire altrettanto come allenatore ma accettò l incarico in un momento storico molto particolare credo che abbia dato anche più di quello che fosse nelle sue corde…nel 1948/49 al Napoli la sua ultima partita da calciatore prima di misurarsi anche qui come allenatore, onestamente ruolo che non gli si addiceva poi troppo..MARIO ASTORRI la Juventus lo preleva dalla Spal per avere un attaccante affidabile da poter alternare ad un giovanissimo Boniperti che invece dimostrò di non aver bisogno di badanti…siamo nel 1946/47,per lui 17 reti che non gli valsero la conferma, Atalanta e quindi Napoli dove giocherà d 1948 al 1953. Terminata la carriera di calciatore, lascerà la moglie destando parecchio scalpore per seguire una modella danese al suo paese e qui vivrà il resto della sua vita diventando anche  allenatore di successo seppur non si confronterà mai con campionati diversi da quello danese, per un periodo guiderà anche la nazionale della Danimarca. Da segnalare che la sua profonda amicizia con il presidente Boniperti durerà nel tempo fu proprio Mario Astorri a consigliare alla Juventus Michael Laudrup dopo che inutilmente aveva segnalato anche un forte centravanti che sarebbe diventato Hans Preben Elkjaer, quindi GINO MANNI che l aria della Juventus l’ha solamente respirata durante il periodo della preparazione, siamo nel 1942, campionato che finì per giocare con la maglia del Napoli. Ci affacciamo negli anni 60 e qui saltano subito alla mente BRUNO GARZENA prototipo del terzino moderno, cresciuto nelle giovanili della Juventus, nel 1952/53 arriva in prima squadra, vivrà quindi una stagione in prestito per poi tra il 1954 e il 1960 tornare ad indossare la maglia bianconera, un breve distacco e nel 1961/62 è per la ultima volta alla Juventus prima di chiudere nella sua Ivrea auna breve esperienza al Napoli nel 1963/64. FLAVIO EMOLI cuore di acciaio, il suo cuore infatti scoprirono quando era un bambino ,non gli avrebbe mai permesso una vita normale, una grave malformazione gli avrebbe dovuto impedire qualsiasi lavoro di fatica ..ma amava talmente tanto il calcio che accettò qualsiasi rischio…maratoneta è morto a Genova qualche anno fa..in carriera la Juventus prima nell’ stagione 1953/54 in seguito dal 1955 al 1963 quando si trasferì al Napoli fino al 1967. OMAR SIVORI semplicemente l’essenza del calcio, genio e sregolatezza, arriva alla Juventus dove giocherà tra il 1957 e il 1965 quindi il Napoli dove rimane fino al 1968. JOSE ALTAFINI il Napoli lo scippa alla Juventus nel 1965, non solo era ormai dato per certo il suo passaggio dal Milan alla Juventus ma erano già pronte le foto di rito apparse in numero del Intrepido, invece all’ultimo viene acquistato dal Napoli dove giocherà dal 1965 al 1972..alla Juventus arriva nel 1972 per rimanerci fino al 1976. DINO ZOFF portiere di professionisti leggenda, ne nascono uno ogni 30/40 anni e state certi passerà alla Juventus …il primo ad investire sul portierone campione del mondo in Spagna, a Napoli dal 1967 al 1972 quando viene acquistato dalla Juventus che ha il problema di sostituire Carmignani. A Torino costruirà il mito difendendo la maglia della Juventus fino al 1983. KURT HAMRIN alla Juventus nel 1956/57 poi venne sacrificato per via dei regolamenti, al Napoli dal 1969 al 71 ormai a fine carriera. AMOS MARIANI che non tutti ricorderete…alla Juventus nel 1948/50 utile più che altro allo spogliatoio perché in campo non si integrò mai, il meglio di sé con la maglia della Roma. In seguito per un breve periodo giocherà anche con la maglia del Napoli. HUMBERTO ROSA arrivava dall’ Uruguay ,una carriera trascorsa in gran parte in Italia  dal Padova alla Juventus dove giocherà nella stagione 1961/62 A Napoli dal 1964 al 1966, due campionati senza grossi squilli quindi ..la Sampdoria. Come nn ricordare ad esempio personaggi come PIETRO CARMIGNANI. A Torino è transitato nel 1971/72,una squadra a mio avviso fortissima, costruita bene, con accuratezza quella notte a Belgrado fu un dolore tremendo e Pietro pagò più di altri.. GIUSEPPE DAMIANI per tutti Oscar qualcuno ancora ama chiamarlo flipper come veniva soprannominato in campo ..grade esterno alto, alla Juventus sarebbe rimasto tutta la vita invece, non so quante squadre abbia messo insieme e un po’ ovunque ha lasciato qualcosa..al Napoli nel 1972/73 e in seguito tra il1979 e il 1982.Alla Juventus tra il 1974 ed il 1976. TARCISIO BURNICH è stato senza alcun dubbio tra i più grandi interpreti nel suo ruolo…i suoi successi sono legati alla maglia dell’ Inter come a quella della nazionale con cui ha vinto un Europeo nel 1968..una carriera però che non lo ha visto trapiantarsi a Milano ha voluto misurarsi anche altrove…a parte gli inizi giovanile con la Juventus nel 1960/61 tra le varie esperienze Napoli gli ha senza altro dato tanto dal punto di vista emotivo…ricordiamo che ha giocato all’ombra del Vesuvio tra il 1974 e il 1977. LIVIO PIN ha indossato la maglia della Juventus solo nell’ ultimo anno della sua formazione, mediano rozzo arriva nella stagione 1969/70 per giocare un intera stagione con la primavera. In seguito ha messo insieme diverse esperienze ma è con la maglia del Udinese e a Napoli tra il 1977 e il 1979 che lo ricordiamo. Anche LUCIANO MARANGON alla Juventus ha giocato solo a livello giovanile, allievi primavera ..poi breve ritorno a Vicenza fino a vincere uno storico scudetto con il Verona e in seguito con l Inter E ‘a Napoli nel 1980/81 dove ha modo di fare esperienza, nel 1983/84 la Juventus era pronto a dargli l eredità di Claudio Gentile poi saltò l affare Giordano e si ritrovò tra le mani Luciano Favero che sarebbe stato acquistato proprio per essere dirottato alla Lazio e invece.. CIRO FERRARA è forse il doppio ex più titolato e non solo perché ha indossato solo le maglie di Napoli e Juventus m a perché ha potuto togliersi tante soddisfazioni vincendo anche nella sua Napoli e questo gli dà modo di essere tra i calciatori italiani più vincenti di sempre..al Napoli dopo il percorso nel settore giovanile, per 10 anni dal1984 al 1994 indossa la maglia del Napoli in serie A ereditando da Maradona la fascia di capitano, nel 1994 trasferimento alla Juventus dove giocherà fino al 2005..un carriera gloriosa indubbiamente. DOMENICO PENZO arriva alla Juventus per essere in qualche modo protagonista: scudetto e Coppa delle Coppe. Nel 1983/84 che poi è stata la sua sola stagione in bianconero…l’anno successivo sembrava certo l’arrivo di Giordano e Penzo viene ceduto al Napoli dove rimarrà tre stagioni che si riveleranno difficili per lo più vissute ai margini di un progetto che porterà quel Napoli a vincere nel 1987 lo scudetto. MASSIMO MAURO se solo avesse avuto un po’ più di testa, ma la generazione è quella discoteche, belle donne qualche vizio e il calciatore spesso si perdeva per strada ha servito i tre più grandi di un calcio ormai scomparso ,ha giocato infatti con Zico con Platini alla Juventus dove è rimasto dal 1985 al 89 e con Maradona a Napoli dove ha giocato tra il 1989 e il1993 quando decise di appendere le scarpe al chiodo. LUCA FUSI difensore centrocampista un jolly che faceva la fortuna un po’ di tutti gli allenatori….alla Juventus dal 1994 al 1996 è la Juve di Marcello Lippi, anche lui va ricordato ha lavorato a Napoli prima di scrivere la storia dalla panchine dell’ Juventus prima e in seguito della nazionale…tornando a Fusi, era ormai troppo avanti con l’età e pur partendo titolare dovette accettare ben presto la realtà a Napoli con Alberto Bigon la sua figura tatticamente si rivelerà di grande importanza.. GIANLUCA FRANCESCONI terzino sinistro cresce nel Napoli tra il 1990 e il 1992 il trasferimento alla Reggiana dove con Marchioro trova quella che poteva sembrare la sua consacrazione infatti arriva la firma con la Juventus è la stagione 1993/94 sarà riserva di Andrea Fortunato ma ben presto confermerà di valere poco cominciando con il non trovare spazio da nessuna parte. RAFFAELE AMETRANO mediana ciò altro giovane cresciuto al Napoli tra il 1990 e il1992 buone prestazioni ad Udine che gli valgono un contratto con la Juventus, alla Juventus solo due ritiri estivi per lui nel 1996 e nel 1997…FABIO CANNAVARO pallone d’ oro nel 2006 in bianconero tra il 2004 e il 2006 gioca a livelli altissimi, calciopoli lo spingerà ad accettare il Real Madrid per poi tornare nel 2009/10..aveva iniziato nel Napoli tra il 1992 e il1995.. DANIEL FONSECA attaccante uruguaiano oggi importante procuratore Cagliari Napoli Roma…all’ombra del Vesuvio con Lippi tra il 1992 e il 1994 dove farà davvero bene. Alla Juventus tra il 1997 e il 2001 pochi goal ma sempre utile il suo apporto. PAOLO DI CANIO arriva alla Juventus nel 1990 meglio uno dei tanti nella Juventus che leader alla Lazio le sue prime parole dopo il trasferimento alla Juventus ..per lui alti è basso fino al 1993 quindi Napoli Milan e tanti anni tra Scozia ed Inghilterra, prima del ritorno alla Lazio.. EUGENIO CORINI piedi buoni senso tattico ma forse non esprime fino in fondo il suo valore…alla Juventus dal 1990 1992 prima di trasferirsi alla Sampdoria nel pacchetto ricevuto per Vialli…alti e bassi troppi e quindi un lungo viaggiare fino a trovare la sua dimensione con Chievo e Palermo, a Napoli nel 1993/94. MICHELE PAZIENZA centrocampista alla Juventus arriva d svincolato su richiesta di Antonio Conte ma l acquisto di Pirlo stravolgerà i programmi e per la ex Bologna gli spazi saranno pochi .A Napoli dove era arrivato nel 2008 non aveva sfigurato, era un Napoli modesto che si riaffacciava in serie A , positivo. RENATO BUSO completa la maturazione alla Juventus tra il 1985 e il 1989 dopo gli esordi bella sua Montebelluna. Un inizio convincente tanto che spesso si troverà ad affiancare Platini…dopo la addio del francese è tutta la Juventus a risentirne per lui spazi sempre più ridotti fino alla cessione alla Fiorentina, con il Napoli tre stagioni dal 1993 al 1996. FABIO PECCHIA centrocampista di fatica cresce nel Napoli tra il 1993 e il 1994 alla Juventus di passaggio nel 1997/98. troppo forte quella Juve per trovare spazio a giugno la cessione nel 2000 il ritorno al Napoli giusto per un campionato…alla Juventus è tornato come allenatore della under 23 prima di vincere il campionato cadetto con la cremonese. MANUELE BLASI centrocampista che piaceva tanto a Fabio Capello. E’ alla Juventus dapprima nel 2003 poi con Capello in panchina dal 2004 al 2006 in seguito a calciopoli rescinderà il contratto per iniziare dal Parma un lungo pellegrinare senza grossi successi. A Napoli tra il 2007 e il 2009 per tornarvi nel 2011/12. MARCELO ZALAYETA oggi gestisce un chiosco di frutta a Montevideo dove è tornato a chiudere la carriera e a vivere. Una lunga carriera in Italia portato nel gennaio del 1998 dalla Juventus con cui avrà un legame particolare. Dopo un prestito prima ad Empoli e quindi a Siviglia torna alla Juventus tra il 2002 e il 2007 con in mezzo una breve parentesi di pochi mesi a Perugia. A Napoli nel 2007/08. MORGAN DE SANCTIS a Pescara viene subito notato dalla Juventus che lo porta a Torino, due le stagioni dove fungerà da terzo portiere siamo nel 1997.Nel 1999 il trasferimento al Napoli dove rimane fino al 2013. LEANDRO RINAUDO difensore centrale di poco valore, eppure la Juventus completa il suo pacchetto arretrato proprio prelevando il ragazzo dall’ Atalanta è la stagione 1992/93. La Juventus dodici mesi più tardi lo cederà al Napoli dove rimarrà fino al 2013.per tornarvi FRANCESCO BALDINI difensore centrale, sembra essere un predestinato gli inizi a Lucca la nazionale under 21 la Juventus lo chiama e senza esitazione, qualche prova incolore e poi ben presto finirà ai margini, dal 1995 al 2001 è al Napoli dove in qualche modo si rifarà una immagine è stato anche il capitano a Napoli SALVATORE FRESI inizia con la Salernitana, un avvio che sembra possa essere un predestinato tanto che si apre un asta per averlo e a spuntarla sarà l inter…delusione .In seguito il Napoli lo accoglierà certo che il ragazzo possa ritrovarsi è il 2000/01.. fallimento. Alla Juventus tra il 2002 e il 2004  anche la Juve ci aveva creduto ma niente. NICOLA AMORUSO attaccante in bianconero dopo gli esordi con Sampdoria e Padova ,rimane tra il 1996 e il1999  ma il ruolo di quarto attaccante gli è decisamente stretto.. In prestito al Napoli nel 2000/01 rientra alla Juventus l anno seguente in tempo per vincere un altro scudetto. MASSIMO CARRERA Alessandria ma soprattutto Pescara e Bari prima di essere indicato dal Trap rientrato a Torino come il difensore che potesse fare da psicologo dopo un amar annata per il pacchetto centrale…con Kholer comporta una discreta coppia di centrali ma coppa UEFA prima dell’insediamento di Lippi con cui vincerò il suo unico scudetto salendo sul tetto d’ Europa nel 1996..legato ancora oggi alla società bianconera che è tornato per guidarla al fianco di Conte.. Atalanta Treviso fino a Napoli nel 2003/04per chiudere la carriera. GIANLUCA LUPPI difensore alla Juventus arriva con Maifredi l estate del 1990 e rimane due anni. Nel 1992 il trasferimento alla Fiorentina quindi al Napoli nel 2001/02 a chiudere il cerchio di una carriera comunque vissute in prima linea. MARCO STORARI portiere di altissimo livello a Napoli nel 2002/03 ha la possibilità di mettersi in .Ostra quindi dopo un periodo alla Sampdoria il trasferimento alla Juventus tra il 2010 e il 2015..oggi collabora con la società. MARCO ZAMBONI alla Juventus il tempo di un estate, siamo nel 1997 a novembre il passaggio al Napoli dove giocherà fino al giugno 1998 per tornarvi nel 2005/06. AMAURI il Napoli lo scopre nel estate del 2001 ma non sembra crederci molto così il suo trasferimento al Palermo che lo accompagnerà nella sua consacrazione…la Juventus investirà parecchio per convincere Zamparini…ma in bianconero dal 2008 al 2010 non so dimostrerà mai all’altezza delle attese. GUGLIELMO STENDARDO difensore centrale alla Juventus pochi mesi ,arriva nel gennaio del 2008 dal Atalanta…di passaggio. A Napoli mosse i primi passi nel calcio, doveva essere una promessa quando nel 2001 il Napoli lo lancio ‘in serie A si è perso per strada alla fine per lui una carriera al di sotto delle attese.. concluderei con il ricordo dei tanti calciatori che hanno potuto sfruttare ampiamente due palestre come quelle offerte da Juventus e Napoli ma alla fine…non hanno saputo emergere forse perché non valevano tanto come si pensava magari semplicemente perché penso a RUBEN PASINO era ritenuto un talento tra i più splendenti di quella nidiata alla Juventus dal 1986 al 1992 sognando come sarebbe stato quel esordio che non è mai avvenuto…al Napoli nel 2003/04 in uno dei momenti più difficili per la storia del club. DARIO BACCIN mediano all’occorrenza libero alla Juventus tra il 1993 e il 1996 ,quindi inizia a camminare da solo andando in prestito ad Ascoli e  più niente. A Napoli tra il 2000 e il 2002. IVANO TROTTA centrocampista in bianconero arriva a completare la sua maturazione, siamo nel 1997…poi si pensa sia giusto cominci a farsi delle esperienze a Torino lo aspettano….forse un paio di mesi perché ben presto non ne sapremo più niente  Napoli nel 2006/07. SALVATORE ARONICA difensore cresciuto nel settore giovanile della Juventus dopo i primi calci al Bagheria ..meteore che alla fine sarà costretto a vivere tante esperienze transitando anche dal Napoli tra il 2008 e il 2013. EMANUELE GIACCHERINI dal Cesena alla Juventus nel estate del 2011 con Conte arriva in nazionale e in bianconero certamente la sua pagina migliore. In fase calante una volta nel Napoli tra il 2927 e il 2018. GONZALO HIGUAIN Il grande ex senza alcun dubbio 104 presenze con il Napoli 105 quelle in bianconero …sono stati quasi il doppio i suo goal sotto il Vesuvio ma a Torino ha vinto certamente parecchio di più e costruito un legame con la città vero, sincero..si è ritirato da pochi mesi è stato certamente uno dei più grandi attaccanti di tutti i tempi…d segnalare che oltre al Napoli tra il 2013 e il 2016 e alla Juventus tra il 2016 e il 2018,per tornarvi nel 2019/20 conta una stagione nel Milan nel 2018/19. FERNANDO LLORENTE alla Juventus dal 2013 al 2015 quindi torna in Italia dopo un periodo in Premier e lo fa per giocare nel Napoli dal 2019 al 2021. Sarà quasi certamente della partita Arkadiuz Milik centravanti che da luglio milita nella Juventus pur essendo di proprietà dell’ Olimpique Marsiglia…come non ricordare i suoi trascorsi nel Napoli tra il 2016 e il 2021…chi sarà il prossimo???