VIGILIA DI CAMPIONATO, DOMANI ALLE 18.00 VA IN SCENA ALL’ALLIANZ STADIUM JUVENTUS-UDINESE 17^ GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE A. CONFERENZA STAMPA CHE SI APRE CON UN MINUTO DI RACCOGLIMENTO CHIESTO DA MISTER ALLEGRA PER LA MORTE DI LELE’ E DI QUELLA DELLA NOTTE SCORSA DI GIANLUCA VIALLI. ANDIAMO ORA A SENTIRE COSA HA DETTO MISTER ALLEGRI AI GIONALISTI.

Cosa ha rappresentato per lei e per tutto il calcio italiano Gianluca Vialli.

” Ha rappresentato tanto come giocatore e come uomo, credo per i ragazzi più giovani un esempio da seguire e quindi mancherà sicuramente a tutti noi.”

Domani Di Maria sarà a disposizione e Paredes ha un minutaggio lungo per cominciare dall’inizio?

” Domani torneremo a giocare davanti al nostro pubblico, ci sarà lo stadio pieno e sarà una bella occasione per noi. Abbiamo recuperato Di Maria, Paredes sta crescendo di condizione, Bremer è un po’ affaticato e valuterò oggi le sue condizioni, ci sarà Rugani all’occorrenza pronto per poter casomai sostituirlo, e poi la formazione la valuterò oggi pomeriggio perché devo fare delle scelte. Oggi dopo l’allenamento avrò definito la formazione contro l’Udinese che è una squadra fisica, sta facendo un ottimo campionato, ha dei giocatori di qualità, in primis il nostro ex Pereyra, un giocatore straordinario che con noi ha fatto un campionato davvero ottimo, Beto è un giocatore fisico, attaccano bene la porta, occupano l’area con molti giocatori. Sarà una partita complicata come tutte, perché è la seconda dall’inizio della stagione.”

Quale può essere l’evoluzione di Soulè, se può essere un quinto magari esterno d’attacco e se è pronto a fare due partite ravvicinate.

” Fisicamente sarebbe pronto, devo valutare se fargli fare il quinto, l’altro giorno lo ha fatto e ci ha dato una grossa mano, lui ha qualità offensive quindi fare l’attaccante esterno gli si addice di più, è un giocatore che ha grande qualità e quantità e sono molto contento di lui di come sta crescendo. Di come stanno crescendo i giovani che bisogna dargli il tempo di crescere tecnicamente, in esperienza e anche fisicamente.”

In difesa ci potrà essere il rientro di Alex Sandro titolare?

” Alex Sandro sta bene e domani dovrebbe rientrare. Tra Danilo, Rugani e Gatti e Alex Sandro, togliendo Bremer che è un po’ affaticato e vedrò se rischiarlo o meno, tra questi quattro ne giocano tre.”

Chiesa che è entrato con la Cremonese, ha minutaggio in più e se domani può partire titolare?

” L’altro giorno è entrato dopo 10 minuti e con il recupero alla fine ha giocato un tempo, l’altro giorno ha fatto bene fisicamente serviva una partita del genere, alzando i ritmi, sta crescendo di condizione. Non so se lo farò partire dall’inizio, comunque più si va avanti e più minutaggio avrà.”

Può spendere due parole per Kean che sta diventando sempre più determinante e se domani potremo vederlo titolare.

” Quest’anno si è presentato molto bene, rispetto all’anno scorso è dimagrito 6 chili, ha una testa diversa, sta crescendo, sta maturando, anche in campo ha una presenza diversa più pesante al di la che uno possa giocare bene o male, ma lui in campo adesso gioca delle partite diverse da quelle dello scorso anno. Domani devo decidere se giocherà lui, o Milik o tutti e due insieme o se magari far partite Di Maria.”

Quali sono le condizioni di Cuadrado e De Sciglio anche per capire come sviluppare le rotazioni sulla fascia destra.

” Domani è impossibile, Cuadrado sta lavorando bene e credo che nel giro di una settimana possa unirsi al resto della squadra. Nel giro di 15 giorni spero di avere anche se non tutti lui, De Sciglio, Bonucci, Vlahovic e Pogba.”

C’è un ricordo personale di Vialli che riaffiora in lei come giocatore e come uomo?

” Il ricordo è quello che lascia soprattutto ai ragazzi giovani è l’espressione di come interpretava le partite, con la tecnica, con il cuore e con la passione,”

Se e quanto lo stop del Napoli può cambiare le prospettive in ottica scudetto?

” In questo momento le prospettive in ottica scudetto non cambiano, il Napoli è la netta favorita perché ha tanti punti di vantaggio, dopo 16 giornate ha avuto uno stop, e ci sta. Il Napoli sta facendo un’annata straordinaria ed è la favorita. Poi ci sono Inter e Milan che stanno facendo molto bene, il nostro obiettivo è arrivare nelle prime quattro e poi giocarci le nostre possibilità in Coppa Italia e Europa League.”

Prima hai parlato di Soulè come quinto e hai accennato a Di Maria. Ma se giocate come a Cremona con la difesa a tre, Chiesa e Di Maria sono più delle seconde punte da mettere o come Chiesa che l’altra sera ha fatto l’esterno?

” Dipende da chi gioca dietro a Chiesa e chi gioca dietro al quinto, esterno o ala destra come si diceva una volta. Poi dipende se giochi dall’inizio, di come va la partita, Chiesa comunque l’altra sera quando è entrato ha fatto molto bene.”

Stasera la squadra rimarrà in ritiro al J Hotel e se c’è bisogno di ricompattare il gruppo dopo le tante defezioni durante la sosta.

” Ricompattare no, stasera restiamo in ritiro perché facciamo allenamento alle quattro e dopo restiamo in ritiro, poi domani giochiamo alle sei e quindi stasera facciamo le cose come abbiamo sempre fatto.”

Ti chiedo di spiegarci come intendi i cambi anche alla luce anche che c’è molto tempo extra time. Cioè iniziare con la squadra più giovane e più fresca quelli che stanno meglio e poi quelli che stanno recuperando e cosa cambia eventualmente mischiando chi subentra da quelli che partono titolari?

” Dipende dalla partita e poi cerco sempre di dare equilibrio alla squadra, se un centrocampista ha delle caratteristiche bisogna che gli mrtta accanto un centrocampista con caratteristiche diverse, con le punte lo stesso. Poi che partita abbiamo davanti, le condizioni fisiche, la ravvicinanza delle partite, sono tutte valutazioni. Alla fine ci vuole un po’ di fortuna, se vinci le partite li hai azzeccati se perdi tutti ti criticano. Però le valutazioni le faccio sulle condizioni fisiche e mentali soprattutto in questo momento che abbiamo ripreso a giocare.”

Queste le parole del Mister, parole che hanno dovuto dividersi con la terribile notizia della scomparsa di Gianluca Vialli a cui siamo sicuri, domani la squadra vorrà dedicare la vittoria. Aspettiamo dunque il fischio d’inizio e come sempre #FINOALLAFINEFORZAJUVENTUS.