Sei giocatori che negli scorsi giorni il tecnico Sarri ha dato come partenti.


Nel mercato si sa, c’è gente che va e gente che viene. In questa sessione di mercato, e questa è una novità nel ciclo Agnelli-Paratici-Nedved, si sa chi arriva ma non si sa bene chi andrà via. Non più tardi di 2 giorni fa il neo appuntato tecnico bianconero, Maurizio Sarri, aveva fissato il numero di papabili partenti: sei per l’appunto. Intanto domani è fissata la presentazione dell’ultimo arrivo Danilo, giunto a Torino nell’ambito dell’operazione che ha portato Cancelo in direzione di Manchester. Altra plusvalenza di questa dirigenza.

CAMBIO DI PROGRAMMI


Detta della difficoltà, inedita in casa Juve, a sfoltire la rosa, visto anche lo spessore (e l’esborso economico richiesto) per muovere i sei giocatori di cui sopra, c’è bisogno di fare tutto e in fretta. Ma cosa succede quando nei piani di una società abituata a dettare i tempi delle trattative subentra l’incognita dell’incertezza? Beh, ci si adatta. Forse anche per questo che, nonostante sia Dybala che Higuaín siano ben graditi al neo tecnico, probabilmente potrebbero partire entrambi. Per il primo, il PSG, ultimo club inseritosi nella corsa al talentuoso bianconero, sembra essere la strada più percorribile, sebbene si aspetti un’offerta. Fondamentale potrebbe essere, in tal senso, la prossima settimana per conoscere il futuro della Joya juventina. Per il Pipita, purtroppo, potrebbe non bastare la voglia di restare in più riprese dimostrate, né tanto meno la già nota stima del tecnico toscano.

NUOVE TRATTATIVE


E visto che ci sarà di muovere, in media, un giocatore per reparto, aiuta la causa del più prestante dei due argentini che il pari ruolo Mandzukic abbia nuove offerte.

Il Siviglia l’ultimo club, in ordine di tempo, ad essersi interessato all’ariete croato. Purtroppo pare grossa la distanza tra domanda e offerta nell’ingaggio. 3 i milioni messi sul piatto dal club andaluso. Quanto al centrocampo, è di recente la notizia che Khedira potrebbe restare (forse per evitare la questione buonuscita), con conseguente sacrificio del francese Matuidi. Stazionaria la situazione per Rugani. Con buona pace della Juventus, visto che proprio la difesa è il reparto più affollato, soprattutto considerando che il colombiano Cuadrado abbia dato la sua disponibilità a prestarsi anche nel ruolo di terzino. Partono quindi per lui i lavori per il rinnovo.


Ph. Giuliano Marchisciano / One + Nine Imges