LA CURVA SUD COMUNICA.                              (di Massimiliano Fantasia).
Un lungo comunicato di protesta. La Curva Sud dove tradizionalmente prende posto il tifo organizzato,quello solitamente più caldo,annuncia così che non prenderà più parte alle gare casalinghe del club bianconero.
Ecco cosa dice esattamente il comunicato: “Il nostro campionato finisce qui. Abbiamo messo tutto l’impegno e la passione per far tornare la Curva Sud il 12° uomo in campo, per dimostrare ancora una volta che lo Stadium senza di noi è solo freddo, silenzioso e troppo spesso incline a fischiare e contestare troppo facilmente.
Abbiamo lottato per ottenere quei basilari strumenti per organizzare il tifo e sappiate che tante proposte e idee, che sono la norma in quasi tutti gli stadi delle maggiori tifoserie italiane ed estere, ci sono state bocciate. Abbiamo sostenuto la squadra incessantemente sia quando lottavamo per i primi posti, sia quando ha iniziato un continuo e costante calo delle prestazioni e perfino l’ orgoglio è venuto meno. Abbiamo sostenuto tutti nonostante sappiamo bene gli usi e gli abusi dei nostri giocatori, che fuori dal campo alle volte tendono a comportarsi poco da atleti professionisti… Anche se vi allontanate da Torino le cose si vengono sempre a sapere.
Ma le ultime sentenze riguardo al processo Last Banner, quanto si è detto e scritto con situazioni quasi chirurgiche e studiate al fine di colpirci nuovamente, hanno superato il limite. Il limite degli abusi e soprusi è colmo! Riponiamo nella Cassazione ancora un barlume di speranza a dimostrazione che la Giustizia sia uguale per tutti!
Non ci meritate! Ma noi che siamo brutti e cattivi manterremo quanto promesso sostenendo la Squadra lontano da Torino. Lasciamo questa ultima parte di campionato, importantissima per gli obiettivi rimasti a voi… pubblico che se non cantiamo ci fischiate; a voi che se la squadra non segna dopo 20 minuti fischiate; a voi che se non vinciamo e dobbiamo spingere la squadra alla vittoria “Fino alla fine” è un fino alla fine solo per noi, perché voi avete paura del traffico e puntualmente uscite prima. La Juve siamo noi”.