(TULLIO FRIGENI)

BREAKING NEWS Aggiornamenti sul mercato in uscita.
La Juventus si sta concentrando molto sulle uscite, specie nel reparto di centrocampo, in modo da far spazio a possibili altri colpi per ultimare la rosa, in vista della nuova stagione. Nonostante l’infortunio di Pogba stia facendo riflettere la Juventus sulla possibilita’ di tenere alcuni suoi centrocampisti in organico, nelle ultime ore, si segnalano contatti in corso tra Juventus e Monaco per Adrien Rabiot. Ci risulta che proprio a Montecarlo, il giocatore e la madre agente siano dotati di residenza e che negli ultimi anni abbiano operato diversi investimenti immobiliari oltre a seguire una serie di altre attivita’. La squadra del Principato, ricordiamo, con ogni probabilita’ partecipera’ alla prossima Champions League, nonostante debba prima superare il preliminare per accedere alla fase a gironi. La questione ingaggio rappresenta sempre un grande scoglio, percependo Rabiot 7.5 milioni l’anno, ma la tassazione monegasca potrebbe alleggerire la questione. Per quanto concerne il discorso del cartellino, invece, la Juventus non avrebbe problemi ad incassare una cifra esigua, anche di 15-20 milioni, magari sotto forma di prestito oneroso con obbligo legato alle presenze, tenendo conto che una plusvalenza a bilancio sarebbe comunque garantita, essendo il nazionale francese giunto a Torino a parametro zero. Bisogna anche considerare se la famiglia Rabiot reputera’ il Monaco un club abbastanza ambizioso secondo la propria aspettativa. Il tentativo della Juventus di utilizzare il francese come pedina di scambio per Paredes, (soluzione sponsorizzata anche dalla madre agente che non disdegnerebbe un ritorno a Parigi del figlio), pare non sia andata a buon fine; il Psg e’ su altri profili per la mediana (Renato Sanches su tutti) e per Paredes il club francese non accetta scambi con altri calciatori. Inoltre, il Psg non pare volersi schiodare dalla richiesta di 30-35 milioni per il nazionale argentino, esborso ritenuto eccessivo dalla Juve per un giocatore con cui pare abbia trovato un accordo verbale nei giorni scorsi, oltretutto in regime di svincolo tra un anno esatto. Un altro calciatore inserito nella lista dei partenti dalla dirigenza bianconera e’ Arthur Melo, mediano brasiliano. Qui il discorso e’ diverso, l’ingaggio e’ inferiore rispetto a Rabiot (5.5 milioni), ma la Juventus non vorrebbe ricavare una minsuvalenza dalla sua cessione vista la valutazione e quanto all’epoca venne pagato dal Barcellona, sebbene tramite scambio con Pjanic. Conti alla mano, la Juventus chiederebbe per lui non meno di 25 milioni, pagabili in diverse formule. Al momento si registrano molti sondaggi e rumours (Arsenal, Monaco, Siviglia, Monaco) ma quasi tutti poco concreti, il suo agente, Pastorello, sta lavorando da mesi a una sua collocazione, e, nelle ultime ore, si segnala un forte interessamento dal Valencia guidato da Rino Gattuso, alla ricerca di un giocatore in mezzo al campo con quelle caratteristiche. Il giocatore e’ nella lista degli spagnoli insieme ad altri (Fabian Ruiz, Demme, Torreira ecc..), ma la pesante situazione economico-finanziaria in cui versa il “Pipistrello” non prevede folli spese per il mercato in entrata. La proposta del Valencia alla Juventus per Arthur sembrerebbe essere un un prestito oneroso con diritto di riscatto per un anno, con richiesta di condivisione di pagamento dello stipendio (60% Valencia 40% Juventus), opzione che la Vecchia Signora al momento rifiuta categoricamente, cercando una soluzione definitiva per Arthur (obbligo di riscatto e pagamento a carico interamente del Valencia). Infine, al gruppo di squadre interessate all’ingaggio in prestito di Rovella (Hellas Verona, Cremonese, Spezia, Salernitana), si aggiunge anche l’ambizioso Monza, che, alla fine, potrebbe spuntarla sulle pretendenti. Rovella e’ un giocatore che si sta mettendo in bella mostra nella tournee americana, ma, nonostante questo, la Juventus pare intenzionata a mandarlo in provincia un anno a farsi le ossa per farlo maturare e crescere atraverso una stagione da titolare e, si spera, da protagonista.