NASCEVA ESATTAMENTE 43 ANNI FA “IL MAESTRO” ANDREA PIRLO, GIOCATORE DI LIVELLO MONDIALE CHE HA VESTITO LA MAGLIA BIANCONERA DAL 2011 AL 2015 E DI CUI E’ STATO ALLENATORE LA SCORSA STAGIONE.

Giocatore geniale, uno dei migliori al mondo nel ruolo di regista, venne definito da Johan Cruijff “fantastico-aggiungendo poi- Ha una visione di gioco superiore e con un colpo mette la palla dove vuole”. Nato inizialmente come trequartista, venne reinventato regista da Carlo Ancelotti. Dopo gli inizi nel Brescia, gioca nell’Inter, ma è nel Milan appunto di Ancelotti che gioca gran parte della sua carriera, prima di trasferirsi a Torino dove rimane 4 anni deliziando il pubblico juventino con giocate sopraffine. Smessi i panni del giocatore dopo un’esperienza in America a New York, accetta la panchina bianconera che, dapprima avrebbe dovuto essere quella della Under 23, ma che dopo pochi giorni cambia, diventando allenatore della prima squadra. Al suo debutto porta la Juventus a qualificarsi per la Champions League seppur all’ultima giornata e conquista la Supercoppa Italiana contro il Napoli vincendo per 2-0 e la Coppa Italia contro l’Atalanta sconfitta per 2-1. Purtroppo ciò non è servito a salvarlo dall’esonero che è arrivato al termine della stagione, ma per noi Andrea Pirlo rimarrà nell’Olimpo dei campioni che hanno vestito e allenato la Juventus, il suo ricordo rimarrà per sempre nei cuori di noi tifosi juventini. Tanti auguri Maestro.