di Massimiliano Fantasia).

PAGA SOLO LA JUVE! SENTENZA ASSURDA,15 PUNTI DI PENALIZZAZIONE AL PROCESSO PER LE PLUSVALENZE.

È arrivata in serata la tanto attesa sentenza in merito al processo sulle plusvalenze. Paga solo la Juventus. La Corte federale ha accolto l’istanza per la revocazione del processo sulle plusvalenze presentato dalla procura della FGCI sanzionando la Juventus con una penalizzazione di 15 punti in classifica, da scontarsi in questo campionato. La corte federale ha punito inoltre l’ex amministratore delegato del club Fabio Paratici condannandolo a mesi 30 di inibizione, 24 mesi di inibizione sono stati inflitti invece all ex presidente Andrea Agnelli. Sono stati squalificati e non potranno assumere nessuna carica in ambito FIGC per i prossimi 16 mesi il direttore sportivo del Club Federico Cherubini e l’Amministratore delegato Maurizio Arrivabene. Per tutti gli altri componenti del CDA dimissionato, a partire dal vice presidente Pavel Nedved, la pena avrà la durata di mesi 8. Prosciolti invece tutti gli altri club coinvolti nella vicenda. Tra dieci giorni verranno rese note le motivazioni che hanno portato a questa sentenza dopo di che la Juventus avrà 30 giorni di tempo per presentare la sua difesa all’Ordine di Garanzia del Coni che si esprimerà sulla legittimità della sentenza. Cosa significa questo, che la Juventus potra’ puntare soltanto sull’abolizione della sentenza e non su una riduzione della stessa. Era nell’aria, l’obiettivo doveva essere la Juventus e come ci si aspettava la Juventus è stata colpita. Ci sarà un secondo grado di giudizio ma personalmente crediamo che quanto è accaduto questa sera, nei termini in cui è stata impostata questa farsa, lascia capire che non ci siano molte possibilità di ribaltare la sentenza. Onestamente non riusciamo nemmeno ad immaginare quelle che saranno le ripercussioni sull’aspetto sportivo, la squadra avrebbe chiesto un incontro con la società e il rischio di rivivere l’estate del 2006 non è un ipotesi completamente campata in aria. Mancano 5 mesi alla fine della stagione e , sebbene abbiano voluto metterci le catene c’è sempre la possibilità di darle un senso. In queste situazioni non esiste una terza via, di solito o si finisce per sprofondare senza ritorno, senza trovare quelle motivazioni per venirne fuori arrivando stancamente alla fine della stagione, oppure ci si compatta tutti insieme, giocatori, società e tifosi per giocare un altro campionato;  quello che di solito ha solo due contendenti noi e loro, e con loro è incluso tutto quello che non ha niente a che vedere con la Juventus..questa dovrebbe essere la prima reazione da avere, perché devono capire che se vogliono affondarci non sarà facile perché in campo daremo se è possibile ancora di più di quello che abbiamo dentro..Non entriamo nel merito del …paga solo la Juventus, ma le plusvalenze si fanno quando c’è qualcuno che vende e qualcuno che compra…ci saranno le sedi opportune per affrontare il discorso e la società sceglierà la linea difensiva da seguire. Vogliamo solo aggiungere che non si può negare quanto la delusione sia tanta e di come, da tifosi ci sentiamo feriti, al pensiero di dover andare in ogni parte di Italia e sentirci attaccati un po’ ovunque. Non è carino ma è così e solo chi tifa Juventus sa cosa voglia dire, ma sappiate che il leone è solo ferito e anche questa volta a parlare per noi sarà la sola giustizia che conta che è quella del campo. C’è un momento per tutto e adesso bisogna solo stare uniti ,vicino alla squadra e sostenerla, in questi momenti viene fuori il vero tifoso forza Juve fino alla fine.