(GIAN LUCA FEO)

 

FIFA: ECCO LE NUOVE REGOLE DEL CALCIOMERCATO

All’ordine del giorno del prossimo consiglio del board FIFA, e dopo essere più volte slittato a causa della pandemia, la FIFA si appresta a varare e cambiare definitivamente le regole del calciomercato a partire dal 1° luglio 2022.

Il nuovo regolamento sui prestiti di giocatori nel corso delle varie sessioni di mercato sarà presto realtà e le regole che entreranno in vigore dalla prossima sessione di calciomercato estivo prevedranno soprattutto forti limitazioni per i prestiti dei giocatori e tutti i club dovranno adeguarsi per non incorrere in blocchi o sanzioni.

La FIFA infatti aveva pensato bene di farla entrare in vigore già a luglio del 2020, con l’obiettivo da subito molto chiaro improntato allo sviluppo, alla crescita ed alla valorizzazione dei giovani giocatori ma anche per promuovere una sorta di equilibrio competitivo tra le società e prevenire il fenomeno tanto diffuso dell’accaparramento dei calciatori, soprattutto quelli più in erba e più di prospettiva, ma complice la situazione pandemica, l’ordine del giorno nel consiglio è stato ripetutamente rimandato.

Per diverse stagioni, nei principali campionati europei e soprattutto in Serie A, abbiamo assistito a squadre costruite interamente con blocchi di calciatori acquisiti con la formula del prestito, con un numero esorbitante di calciatori trasferiti in altri club che ha messo così nelle condizioni la FIFA di porre un freno a questo “modus operandi”.

 

I nuovi regolamenti sui prestiti terranno conto di diversi fattori; conterranno una sorta di regolamentazione, linee guida, che le società dovranno rispettare in sede di mercato nelle sessioni estive e invernali e così, in seguito alla decisione approvata l’anno scorso dal Comitato degli stakeholder del calcio della Fifa, il nuovo regolamento sarà definitivamente messo a punto ed approvato.

Cosa prevede il nuovo regolamento sui prestiti stabilito dalla FIFA?

Per garantire che i club rispettino gli obiettivi fissati dalla FIFA, sono stati stabiliti diversi termini per stabilire le modalità del prestito; in primo piano, dovrà essere previsto un accordo scritto che possa definire i termini dell’operazione sia dal punto di vista della durata che delle condizioni finanziarie ed ai club è inoltre fatto divieto assoluto di generare un sub-prestito di un giocatore professionista, già in prestito, ad un terzo club ed  infine, è stata stabilita una limitazione del numero di prestiti per stagione tra gli stessi club. In qualsiasi momento della stagione infatti, ogni società può avere diritto solo a un massimo di tre giocatori professionisti da poter prestare o da acquistare in prestito. Per garantire un limite al numero totale di prestiti di un club per stagione, ci sarà un periodo di transizione suddiviso in questo modo:

Dal 1° luglio 2022 al 30 giugno 2023, un club può avere in rosa un massimo di otto giocatori professionisti in prestito e otto in prestito in qualsiasi momento durante una stagione.

Dal 1° luglio 2023 al 30 giugno 2024, la regola sarà la stessa ma con un massimo di sette giocatori professionisti.

Dal 1° luglio 2024, la regola resta sempre la stessa ma limitata a un massimo di sei giocatori professionisti.

La FIFA ha però precisato che i giocatori di età pari o inferiore a 21 anni e i giocatori provenienti dal proprio vivaio saranno esentati da queste nuove limitazioni sui prestiti. Per tutte le federazioni affiliate alla FIFA sarà dunque concesso un periodo di tre anni per mettersi in regola e attuare il nuovo regolamento sui prestiti.

Cosa accadrà ora..??

Si spera che le nuove regole possano mettere fine ai numerosi trasferimenti in prestito dei calciatori ed allo stesso tempo possano incentivare i club a compiere degli investimenti più oculati ovvero a puntare sul settore giovanile facendo crescere e valorizzare i calciatori cresciuti nei propri vivai o come detto under 21 che potranno comunque andare a “farsi le ossa” anche in altre società per poi eventualmente ritornare alla “casa madre”.

E dopo questa prima mossa è auspicabile che la FIFA dovrà giocoforza andare a mettere ulteriori paletti rivedendo anche le regole dei parametri finanziari a cui devono attenersi i club in seno al fair play finanziario che tutt’ora sembra essere aggirabile soprattutto da quei club “amici” del board che monopolizza il mondo del calcio.

#finoallafineforzajuventus #occhiditigre #signoramiacalcionews

#calciomercato #nuoveregole