(Massimiliano Fantasia)

Paulo Dybala e la Juventus vivono questi giorni da separati in casa. Nessuno screzio, assolutamente, ma è accaduto quello che avevamo messo in preventivo qualche settimana fa. È arrivato gennaio senza che sia stato firmato alcun rinnovo. È normale a questo punto che alla yoya possa interessarsi qualunque società che ha bisogno di un giocatore con quelle caratteristiche. Le due parti probabilmente torneranno a parlarsi. Le parole pronunciate da Arrivabene nella sala stampa del Olimpico suonano un po come una minaccia. La Yoya non deve averle prese bene.274 gettoni di presenza,109 reti credeva fossero sufficienti per avere almeno un po’ di credibilità. La trattativa va avanti ormai da mesi. Le richieste dell’ argentino sono subito apparse eccessive. Ma alla Juventus non si sono mai fatti prendere per il collo da nessuno, alla fine se un giocatore vuole rimanere a Torino un accordo si trova.Diversamente ognuno andrà per la sua strada. Nei giorni che precedono il Natale le parti dovevano incontrarsi per mettere nero su bianco. Il procuratore di Dybala, Jorge Antun, l’aveva definita una formalità. A quanto era emerso che proprio il suo assistito si era incontrato già nel mese di settembre con i dirigenti. L’intenzione era quella di vedere di trovare un accordo che accontentasse tutti.8,5 milioni annui come base ai quali sarebbero stati aggiunti dei bonus al conseguimento di determinate clausole. Questa era la strada che le due parti avevano scelto di seguire. Ma Natale non ha portato nulla di nuovo sotto l albero. Adesso tutto è più indecifrabile. La Juventus ha un quarto posto da raggiungere, senza il quale ricostruire sarà più difficile. L’argentino lavora,a quanto sembra la voglia, l’impegno siano gli stessi ma è evidente che la squadra ha i suoi problemi e raggiungere la Champions non sarà semplice. Ecco che alla fine ragionare in funzione di giugno a questo punto possa essere anche la soluzione più giusta. La società prima di impegnarsi a versare una certa cifra ha bisogno di capire fin dove potrà arrivare.. La yoya dal suo canto, deve ragionare se legarsi rischiando di rimanere fuori dalla Champions e ripartire da una Juventus che avrà da lavorare su molte incognite.. Con tutti questi interrogativi trovare un accordo a gennaio  non sarà poi cosi semplice. E questo perché all’argentino della maglia poco importa perché come diceva l avvocato, quando tieni ad una maglia anche un pezzo di pane può essere sufficiente. Dobbiamo aspettarci di tutto a questo punto. La Yoya piace, sono molte le società disposte a offrirgli cifre da capogiro.Il Barcellona sembrerebbe la pista più concreta, essere scelto per prendere l eredità di Messi per Dybala potrebbe essere una sfida affascinante ma attenzione a Marotta  che da sempre è un suo grande estimatore..in mezzo la Juventus con tutti i suoi punti interrogativi. Non ci resta che aspettare la prossima puntata.