SI E’ SPENTO NELLA NOTTE SCORSA GIANLUCA VIALLI, INDIMENTICATO BOMBER CHE HA VESTITO LA MAGLIA BINCONERA DAL 1992 AL 1996, ANNO IN CUI HA ALZATO AL CIELO DI ROMA, CON LA FASCIA DI CAPITANO L’ULTIMA CHAMPIONS LEAGUE VINTA DALLA JUVENTUS.

Addio Gianluca, con la morte nel cuore apprendiamo di un altro lutto che ha colpito a distanza di pochi giorni dalle morti di Sinisa Mihajlovic e di Pelé il mondo del calcio. Questa volta a lasciarci è stato Gianluca Vialli, l’ex attaccante che nel corso della sua carriera ha vestito le maglie di Cremonese, Sampdoria, Juventus e Chelsea si è spento all’età di 58 anni. Un tumore al pancreas dopo 5 anni di dure lotte, ha avuto la meglio e si è portato via l’ex bomber della nazionale, il 14 dicembre infatti aveva annunciato di dover sospendere il suo incarico di capo delegazione della nazionale, per potersi curare contro il tumore che si è ripresentato. Vialli aveva annunciato la sua malattia il 25 novembre 2018 in un’intervista al Corriere della Sera, da allora ha iniziato la sua partita più importante che purtroppo non è riuscito a vincere.

LA CONFERMA DELLA FAMIGLIA:

Ne ha dato l’annuncio la famiglia che in un comunicato ha confermato la morte di Gianluca, avvenuta la notte scorsa dopo 5 anni di malattia affrontata con coraggio e dignità.

LA CARRIERA:

Gianluca Vialli ha iniziato la sua avventura da calciatore nel 1981 nella Cremonese, dopo 4 stagioni nell’estate del 1984 viene acquistato dalla Sampdoria dove il 16 settembre fa il suo esordio in  Serie A proprio contro la sua ex squadra. Tra le file della squadra blucerchiata Vialli rimane 8 anni, diventando uno dei migliori attaccanti della sua generazione, con la squadra genovese conquista nel 1991 lo storico scudetto unico nella storia della Sampdoria. Passa dunque alla Juventus dove nei 4 anni (dal 1992 al 1996) con la maglia bianconera, conquista la Champions League il 22 maggio 1996. Lasciata la Juventus, si trasferisce in Inghilterra, a Londra, dove decide di risiedere stabilmente, disputando 3 stagioni  dal 1996 al 1999 con i “blues” del Chelsea di cui sarà anche contemporaneamente allenatore-giocatore. Nella stagione 2001-2002 allena il Watford, ma la sua avventura con gli Hornets dura solo una stagione. Conclusa la sua esperienza da allenatore, si concentrerà sulla carriera televisiva come opinionista di calcio. Dal novembre 2019 infine viene chiamato dalla FIGC e assume il ruolo di capo dlegazione della nazionale italiana, incarico che ha dovuto abbandonare nel dicembre scorso e che purtroppo non riprenderà più.

LE VITTORIE:

Il palmares di Gianluca Vialli è ricco di trofei conquistati nel corso della sua carriera:

2 Campionati italiani:  Sampdoria 1990-91; Juventus 1994-95

4 Coppe Italia: Sampdoria 1984-85, 1987-88, 1988-89; Juventus 1994-95

2 Supercoppe Italiane: Sampdoria 1991; Juventus 1995

1 Coppa d’Inghilterra: Chelsea 1996-97

1 Coppa di Lega inglese: 1997-98

1 Coppa Uefa: Juventus 1992-93

2 Coppe delle Coppe: Sampdoria 1989-90; Chelsea 1997-98

1 Champions League: Juventus 1995-96

1 Supercoppa UEFA: Chelsea 1998

Da allenatore invece ha conquistato con il Chelsea: 1 Coppa di Lega inglese (1997-98), 1 Coppa d’Inghilterra (1999-2000), 1 Charity Shield (2000), 1 Coppa delle Coppe (1997-98), 1 Supercoppa UEFA (1998).

Gianluca Vialli lascia la moglie Cathryn sposata nel 2003 e le due figlie Olivia e Sofia. Alla famiglia vanno le nostre più sentite condoglianze per la perdita di una persona meravigliosa e di un grande guerriero che ha vissuto la sua malattia con grande forza e coraggio. CIAO GIANLUCA SARAI SEMPRE NEI NOSTRI CUORI.