ALCARAZ TANTA VOGLIA DI JUVE.                  (di Massimiliano Fantasia).
Novantatré giorni, ovvero poco più di tre mesi per prendersi la Juve. E’questo l obiettivo che si sarebbe fissato di raggiungere Carlos Alcaraz, a cominciare dalla partita contro il Frosinone di domenica fino al 26 maggio,giorni in cui è in programma l ultima giornata di campionato che chiuderà la stagione, e porrà termine al prestito del centrocampista argentino perché ricordiamo,che a giugno scadrà il prestito dal Southampton e a quel punto  bisognerà decidere del suo futuro. Questo il tempo, non tanto, per l’argentino per convincere il club bianconero e conquistare la conferma, che andrà comunque ritrattata visto che il diritto di riscatto è fissato ad una cifra decisamente elevata, 49,5 milioni che la Juventus non investirà mai. L’obiettivo è quindi sfruttare tutte le occasioni che gli verranno concesse per confermare direttamente tutto il buono che ha convinto la Juve a mettere a segno il colpo.
Allegri ci crede, come ricorderete non ha esitato a gettarlo nella mischia appena arrivato, regalandogli l’esordio niente di meno che a San Siro contro l’Inter, poi la seconda chance, sabato scorso a Verona: 24 minuti nella ripresa, quando i bianconeri erano impegnati nel tentare di completare la rimonta. Allegri sta apprezzando l’applicazione, la disponibilità, la voglia di imparare in fretta e di inserirsi rapidamente del ragazzo e la conferma viene dalla sua crescita tangibile allenamento dopo allenamento, tanto che adesso medita di concedergli la prima da titolare in Italia. La variabile a sorpresa per rimettere in moto la Juve e farla uscire dalla crisi potrebbe essere quindi proprio Carlos Alcaraz, a prescindere dal modulo che verrà utilizzato, può essere una carta in grado di fare la differenza, visto che sa esprimersi in diversi ruoli. Frosinone la prima chance,e lui a quanto pare ha proprio voglia di bruciare le tappe.